Governo e Parlamento: regole Covid e Riforme dal 6 settembre

di Redazione PMI.it

scritto il

Riforme, leggi delega, decreti Covid, PNRR: pausa estiva per Governo e Parlamento ma dal 6 settembre riprende l'attività: agenda e calendario.

Pausa estiva per le attività di Governo e Parlamento: dopo Comunicazioni del Presidente di lunedì 9 agosto alla Camera, l’aula di Montecitorio è convocata per lunedì 6 settembre, quella di palazzo Madama per il 7 del mese con le Comunicazioni del Presidente sul calendario dei lavori, anche se i lavori delle Commissioni riprenderanno dalla settimana del 30 agosto, ferma restando l’autorizzazione a convocarsi anche in data antecedente in caso di sopravvenute esigenze.

=> Decreto Green Pass: i nuovi obblighi da settembre

Si ricomincerà con la discussione dell’ultimo Decreto Covid, ossia quello sul Green Pass. I lavori riprendono con la discussione generale del disegno di legge di conversione del decreto 23 luglio 2021, n. 105, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche.

A seguire, le riforme più attese a cominciare da quelle prossime ad essere fissate in calendario: ammortizzatori sociali e processo penale prima, fisco e pensioni poi. Ed ovviamente il PNRR con il suo crono-programma preciso, ormai ai nastri di partenza con l’erogazione a metà agosto del primo anticipo sulle risorse UE e che, in realtà, ha già preso le prime mosse con i provvedimenti legati alla riforma del reclutamento nella PA, le semplificazioni in edilizia e negli appalti, la riforma della Giustizia.

Per usare le parole dello stesso Premier, Mario Draghi, da settembre il programma è a dir poco fitto, dovendo affrontare temi cruciali come:

l’occupazione, le aziende in crisi, la riforma degli ammortizzatori sociali, la questione della sicurezza sul lavoro. Poi ancora l’agenda del PNRR, la delega fisco, la delega concorrenza.

Per quanto riguarda invece l’attuazione del programma di Governo, in base all’ultima relazione periodica sul monitoraggio dei provvedimenti attuativi della XVII e della XVIII Legislatura, risulta che da febbraio a luglio, sono stati portati a termine circa 237 decreti attuativi. Il nuovo metodo introdotto con l’assegnazione di obiettivi mensili per singola amministrazione, sembra aver portato i primi frutti.

=> Leggi e incentivi più veloci: il Governo cambia metodo

Per quanto concerne i target quantitativi da raggiungere per i mesi di agosto e settembre 2021, se rispettati potrebbero determinare una riduzione ulteriore dello stock di 133 provvedimenti.