APe Social

L’APe Social è un tipo di pensione anticipata a costo zero, introdotta dalla Legge di Bilancio 2017 e modificata con quella 2018, a cui possono accedere specifiche categorie di lavoratori.

In particolare, è pensata per i nati fra il 1951 e il 1953 che abbiano maturato fra i 30 e i 36 anni di contributi a seconda dei casi, che possono andare in pensione 3 anni e 7 mesi prima rispetto l’età pensionabile definita dalla Legge Fornero, quindi, volendo, già a 63 anni.

Requisiti per accedere all’APe Social

L’APe Social è uno strumento per i lavoratori in difficoltà come cassaintegrati o disoccupati e per i lavoratori che svolgono lavori gravosi.

Si tratta di un tipo di pensione anticipata che non va confusa con quanto previsto per i lavoratori precoci (quota 41), ossia quelle persone che possono andare in pensione con 41 anni di contributi versati a prescindere dall’età anagrafica al momento della domanda.

L’APe Social, o APe Agevolato, permette di godere dell’anticipo pensionistico a totale carico dello Stato a differenza di quanto avviene con l’APe Volontaria.

Su PMI.it trovi tutte le informazioni utili e guide dettagliate per l’accesso all’APe Social: come presentare domanda e verificare i requisiti necessari, esempi e simulazione di calcolo.

Tutti gli articoli

Stop APe Social, avanti Opzione Donna

Il nuovo Governo si prepara ad attuare una nuova Riforma delle Pensioni che prevede l’abolizione dell’APe Sociale e il ripristino dell’Opzione Donna: i dettagli e i penalizzati.

Pensioni: quota 100 per superare la Fornero

Il Governo propone al quota 100 per superare la Legge Fornero, ma le risorse finanziarie impongono paletti che rischiano di penalizzare fortemente le categorie oggi tutelate dall’APe sociale.