Verifica IBAN

La verifica IBAN permette la convalida del codice che identifica le coordinate bancarie internazionali di un conto corrente ed evita di generare transazioni fallite ed errori di accredito nei pagamenti. Con il servizio gratuito di PMI.it puoi controllare in tempo reale la correttezza di un codice IBAN: basta copiare nel campo di verifica il codice bancario e cliccare su “Avvia la verifica”.

Inserisci l'IBAN da controllare

Cos’è e a cosa serve il codice IBAN

Il codice IBAN (International Bank Account Number) è uno standard internazionale la cui lunghezza differisce da Paese a Paese, adattandosi alla codifica delle banche nazionali. Il suo il fine è quello di identificare in modo univoco un conto corrente e il suo intestatario. Dal 2018 è necessario per effettuare o ricevere bonifici nazionali, ricevere mandati di pagamento (ad esempio l’accredito dello stipendio o della pensione) sul proprio conto.

Cosa succede se l’IBAN è sbagliato?

Un codice IBAN formalmente non corretto risulta inesistente: se si effettua un bonifico verso un IBAN errato, quindi, una volta trascorsi i necessari tempi tecnici, l’importo della transazione ritorna sul conto corrente di chi ha disposto il bonifico all’IBAN sbagliato.

Cosa succede se IBAN e titolare del conto non coincidono?

Diversamente, se si effettua un bonifico sbagliando l’intestatario ma utilizzando un codice IBAN corretto ed esistente, allora la transazione va in porto e l’accredito viene effettuato sul conto del titolare IBAN. Quindi, se l’IBAN è corretto, anche se il beneficiario non coincide con il titolare del conto indicato nella distinta di pagamento, il trasferimento di denaro andrà comunque a completarsi.

Come conoscere l’intestatario di un codice IBAN?

Dal codice IBAN non si può risalire all’intestatario del conto corrente di cui è titolare. Ecco perché è fondamentale verificare che le coordinate bancarie in proprio possesso siano corrette prima di effettuare un bonifico. Stesso discorso quando si chiede l’accredito dello stipendio o della pensione sul proprio conto, fornendo le proprie coordinate all’ente erogatore: è fondamentale assicurarsi di aver fornito l’IBAN corretto, perché se si sbaglia a comunicarlo, indicando tuttavia un codice esistente, l’accredito sarà effettuato a beneficio di un’altra persona.

Da cosa è composto il codice IBAN

L’IBAN è un codice alfanumerico composto da 27 caratteri per i conti bancari in Italia, lunghezza che può invece variare a seconda del Paese di appartenenza. Per gli IBAN italiani, ecco di seguito la composizione:

  • sigla del Paese in cui il conto è aperto (2 lettere)
  • codice di controllo (2 cifre)
  • CIN (Control Internal Number) – codice di controllo (1 lettera)
  • ABI (Associazione Bancaria Italiana) – codice dell’istituto di credito (5 cifre)
  • CAB (Codice di Avviamento Bancario) – codice della filiale (5 cifre)
  • conto corrente di riferimento (12 caratteri).

Calcolo codice IBAN

Il codice IBAN è dunque composto da due lettere maiuscole che identificano la nazione, due cifre di controllo (checksum IBAN) e dalle coordinate bancarie nazionali del paese (codice BBAN). Tali coordinate sono indicate con l’acronimo BBAN (Basic Bank Account Number). Il codice BBAN Italiano è formato da:

  • CIN
  • ABI
  • CAB
  • Conto Corrente

Paesi che utilizzano l’IBAN

Alcune banche del mondo non hanno aderito al sistema IBAN ma sono comunque registrate sul sistema SWIFT/BIC, e al posto delle coordinate bancarie, utilizzano un Routing Number o un Codice ABA, oltre al numero di conto.

Sono molti i Paesi che hanno adottato la codifica IBAN per identificare un conto corrente. Molti di essi appartengono anche all’area SEPA. L’acronimo SEPA (Single Euro Payments Area) individua quei Paesi Europei in cui le operazioni di pagamento sono effettuate in euro con criteri standard per quanto concerne strumenti e costi.

Nazione SEPA
AL Albania no
DZ Algeria no
AD Andorra si
AO Angola no
SA Arabia Saudita no
AT Austria si
AZ Azerbaigian no
BH Bahrein no
BE Belgio si
BJ Benin no
BY Bielorussia no
BA Bosnia-Erzegovina no
BR Brasile no
BG Bulgaria si
BF Burkina Faso no
BI Burundi no
CM Camerun no
CV Capo Verde no
TD Ciad no
CY Cipro si
KM Comore no
CG Congo no
CR Costa Rica no
CI Costa d’Avorio no
HR Croazia si
DK Danimarca si
EG Egitto no
SV El Salvador no
AE Emirati Arabi Uniti no
EE Estonia si
MK Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia no
FI Finlandia si
FR Francia si
GF French Guiana si
GA Gabon no
GE Georgia no
DE Germania si
GI Gibilterra si
DJ Gibuti no
JO Giordania no
GR Grecia si
GL Groenlandia no
GP Guadelope si
GT Guatemala no
GQ Guinea equatoriale no
GW Guinea-Bissau no
HN Honduras no
IR Iran no
IQ Iraq no
IE Irlanda si
IS Islanda si
FO Isole Fær Øer no
VG Isole Vergini britanniche no
IL Israele no
IT Italia si
KZ Kazakhstan no
XK Kosovo no
KW Kuwait no
LV Lettonia si
LB Libano no
LI Liechtenstein si
LT Lituania si
LU Lussemburgo si
MG Madagascar no
ML Mali no
MT Malta si
MA Marocco no
MQ Martinique si
MR Mauritania no
MU Maurizio no
YT Mayotte si
MD Moldova no
MC Monaco si
ME Montenegro no
MZ Mozambico no
NI Nicaragua no
NE Niger no
NO Norvegia si
NC Nuova Caledonia no
NL Paesi Bassi si
PK Pakistan no
PS Palestina no
PF Polinesia francese no
PL Polonia si
PT Portogallo si
QA Qatar no
CF Repubblica Centrafricana no
DO Repubblica Dominicana no
CZ Repubblica ceca si
RO Romania si
RE Réunion si
PM Saint Pierre e Miquelon si
BL Saint-Barthélemy no
MF Saint-Martin (FR) no
SM San Marino si
LC Santa Lucia no
ST Sao Tomé e Principe no
SN Senegal no
RS Serbia no
SC Seychelles no
SK Slovacchia si
SI Slovenia si
ES Spagna si
SE Svezia si
CH Svizzera si
TF Terre australi e antartiche francesi no
TL Timor Leste no
TG Togo no
TN Tunisia no
TR Turchia no
UA Ucraina no
HU Ungheria si
GB United Kingdom si
WF Wallis e Futuna no
AX Åland Islands si