Tratto dallo speciale:

Decreto Bollette e nuova NaDEF per la Legge di Bilancio 2023

di Redazione PMI.it

Prossimo CdM il 4 novembre, all'ordine del giorno la NaDEF con i numeri della Legge di Bilancio e il Decreto Bollette per famiglie e imprese.

Venerdì 4 novembre arrivano in Consiglio dei Ministri i primi temi economici, ossia la NaDEF e auspicabilmente il Decreto Bollette, oltre alle deleghe ai ministeri.

Nella Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza sarà quantificato l’aggiustamento del deficit, dal quale arriveranno risorse per finanziare la Legge di Bilancio 2023. La NaDEF approvata dal Governo Draghi vede un deficit 2022 al 5,1% e un disavanzo 2023 al 3,4%. In base alle anticipazioni, invece, il Governo Meloni dovrebbe alzare la previsione del deficit 2023 sopra il 4%, liberando così risorse da utilizzare in Manovra.

Le misure contro il caro energia e prezzi prorogheranno i benefici in scadenza imminente: lo sconto sui carburanti alla pompa e i crediti d’imposta alle imprese. Meno probabile un rinnovo del Bonus 150 euro anti inflazione. Nel CdM del 4 novembre sono stati annunciati da Meloni “alcuni primi provvedimenti” in ambito energia.

Nel frattempo, nel CdM del 31 ottobre è stata approvata la legge sul carcere ostativo (impedisce ai detenuti all’ergastolo per mafia di ottenere benefici se non collaborano con la giustizia) e la proroga a fine dicembre dell’entrata in vigore di alcune norme della Riforma Cartabia sul processo penale, per consentire ai tribunali di adeguarsi alle novità. Ancora: una legge contro i rave party e inasprimento delle pene (reclusione da 3 a 6 anni, multe da mille a 10mila euro, procedura d’ufficio «se il fatto è commesso da più di 50 persone».

Nella stessa seduta sono state definite le nuove regole Covid per medici e sanitari e sono stati nominati otto viceministri e 31 sottosegretari.

I nuovi viceministri:

  • Esteri: Edmondo Cirielli (Fdi),
  • Giustizia: Francesco Paolo Sisto (Fi)
  • Economia: Maurizio Leo (Fdi),
  • Industria e Mde in Italy: Valentino Valentini (Fi),
  • Ambiente: Vannia Gava (Lega),
  • Infrastrutture: Galeazzo Bignami (Fdi) Edoardo Rixi (Lega),
  • Lavoro: Maria Teresa Bellucci (Fdi).

I nuovi sottosegretari:

  • Esteri: Giorgio Silli, Maria Tripodi,
  • Interni: Emanuele Prisco, Wanda Ferro, Nicola Molteni,
  • Giustizia: Andrea Delmastro Delle Vedove, Andrea Ostellari,
  • Difesa: Isabella Rauti Matteo Perego,
  • Economia: Lucia Albano, Federico Freni Sandra Savino,
  • Mise: Fausta Bergamotto, Massimo Bitonci,
  • Ambiente: Claudio Barbaro,
  • Agricoltura: Patrizio La Pietra, Luigi D’Eramo,
  • Infrastrutture: Tullio Ferrante,
  • Lavoro: Claudio Durigon,
  • Istruzione: Paola Frassinetti,
  • Università e ricerca: Augusta Montaruli,
  • Cultura: Gianmarco Mazzi, Lucia Borgonzoni, Vittorio Sgarbi,
  • Salute: Marcello Gemmato,
  • Rapporti con il Parlamento: Giuseppina Castiello, Matilde Siracusano,
  • Sottosegretari alla presidenza del Consiglio: Alessio Butti (Innovazione) Giovanbattista Fazzolari (Attuazione del programma) Alberto Barachini (Editoria) Alessandro Morelli (Cipe).