Tratto dallo speciale:

Covid, trasporti e servizi: stop Super Green Pass da aprile

di Redazione PMI.it

scritto il

Addio Super Green Pass per trasporti, ristorazione all'aperto, lavoro e uffici, resta per over 50 e categorie con obbligo vaccinale: regole e calendario.

Dopo il 31 marzo 2022 decade l’obbligo di Super Green Pass per salire sui mezzi pubblici o sui treni, così come per entrare nei bar e nei ristoranti. Dal primo aprile, infatti, con la fine dello stato d’emergenza, diremo addio ad una serie di restrizioni aggiuntive legate al vaccino o alla guarigione per alcune attività anche fondamentali, come gli spostamenti locali e alcuni ed i trasporti di lunga percorrenza. Basterà il tampone negativo (Green Pass base).

Il Super Green Pass resta solo in alcuni ambiti di lavoro, nelle professioni e attività in cui c’è obbligo vaccinale e fra gli over 50. Nei prossimi giorni (si parla di mercoledì 16 marzo) è intanto atteso il decreto di Governo con il calendario delle riaperture da aprile a giugno. Vediamo dunque cosa cambia subito e cosa nei prossimi mesi.

Da Super Green Pass a Certificato Verde base

La normativa di riferimento è il decreto 52/2021, che contiene tutte le regole attualmente applicate su Green Pass base e rafforzato, prevista fino al 31 marzo 2022 (dall‘articolo 9-bis.1 del sopra citato decreto 52/2021) sull’intero territorio nazionale, per una serie di servizi e attività (negozi, banche, Poste, uffici pubblici, ecc). E’ la stessa scadenza della fine dello stato d’emergenza, che il Governo non intende prorogare e che di conseguenza, a sua volta, termina a fine marzo.

Le attività senza Super Green Pass dal 1° aprile

Altre attività alle quali, dal primo aprile, non si applica più il Green Pass rafforzato, in base al sopra citato articolo 9-bis.1: ristoranti, alberghi, musei, piscine, sagre e fiere, convegni e congressi, centri termali, centri culturali, sociali o ricreativi, sale gioco, spettacoli, cerimonie, discoteche.

Green Pass sui mezzi di trasporto

Dal primo aprile non è più necessario il Super Green Pass per salire sui mezzi pubblici e prendere mezzi di trasporto di lunga percorrenza. Lo prevede l’articolo 9-quater, che stabilisce le regole fino al 31 marzo 2022, parlando di treni, aerei, traghetti. Un altra  misura che cessa in automatico con la fine dello stato d’emergenza (comma 2 bis dell’articolo 9-quater) è l’obbligo di mascherine Ffp2 per salire sui mezzi;: anche questa disposizione non si applica più dal primo aprile.

=> Green Pass e lavoro: cosa cambia da aprile a giugno

In pratica, il super Green pass dal prossimo primo aprile sarà richiesto solo agli over 50, e alle categorie che hanno l’obbligo vaccinale come i sanitari o il personale scolastico e universitario. In tutti gli altri casi basterà il Green Pass base, che viene rilasciato anche in seguito al tampone.

Green Pass sul lavoro

Viene ridimensionato anche il Green Pass base. Non sarà più obbligatorio per andare al lavoro, entrare in mensa, recarsi presso uffici pubblici. Anche in questo caso, il riferimento è nella legge 52/2021 (articolo 9): l’obbligo decade il 31 marzo. Non resta che attendere il prossimo decreto di Governo atteso entro fine mese con l’indicazione delle gradualità legate agli obblighi Covid e Green Pass dopo la fine dello stato d’emergenza, che in alcuni casi potrebbero essere ripristinati e prolungati seppur con alcune rimodulazioni.

Calendario riaperture

Di seguito, tra anticipazioni e regole già scritte, ecco quel che dovrebbe attenderci:

  • 1° aprile: stop al Super Green pass rafforzato per le attività all’aperto, la ristorazione all’aperto e i trasporti pubblici;
  • 1° maggio: ipotesi di allentamento per esercizi commerciali, cinema, teatri e stadi;
  • 15 giugno: stop all’obbligo vaccinale per over 50 con Super Green Pass sul lavoro.