Alluvione ottobre 2014: esteso il blocco dei tributi

di Teresa Barone

scritto il

Si allunga l’elenco dei Comuni alluvionati beneficiari della sospensione degli adempimenti tributari fino al 20 dicembre 2014.

Il MEF ha disposto l’ampliamento del numero dei Comuni danneggiati dall’alluvione dello scorso ottobre che possono beneficiare del blocco dei tributi, inizialmente stabilito solo per alcune zone dalla Liguria e del Nord Italia. Grazie all’intervento del Ministero, infatti, la sospensione degli adempimenti tributari e dei versamenti viene estesa in altri 22 Comuni localizzati in Toscana e in Veneto.

=> Alluvione Genova e Nord Italia: tasse e cartelle sospese

Sospensione tributi

La sospensione (sancita dal decreto del 20 ottobre 2014, pubblicato sulla GU n. 246 del 22 ottobre 2014) è valida dal 10 ottobre al 20 dicembre 2014 e riguarda persone fisiche (anche in qualità di sostituti di imposta) e imprese: devono continuare ad essere operate e versate le ritenute, mentre l’interruzione comprende anche cartelle esattoriali e pagamenti derivanti da accertamenti esecutivi.

Elenco Comuni

Qui di seguito i 22 Comuni che si aggiungono all’elenco già pubblicato dal MEF:

  • Provincia di Grosseto (Castel del Piano, Castell’Azzara, Cinigiano, Magliano in Toscana, Monte Argentario, Roccalbegna, Santa Fiora, Scansano, Seggiano, Semproniano).
  • Provincia di Livorno (Collesalvetti).
  • Provincia di Pisa (Calci, Cascina, Castellina Marittima, Pomarance).
  • Provincia di Massa Carrara (Aulla, Bagnone, Filattiera, Mulazzo, Pontremoli, Tresana, Villafranca in Lunigiana).
  • Provincia di Belluno (Feltre, Santa Giustina Bellunese, Sospirolo).
  • Provincia di Padova (Castelbaldo, Torreglia).
  • Provincia di Rovigo (Taglio di Po).
  • Provincia di Venezia (Chioggia, Marcon).

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali