Alluvione Genova e Nord Italia: tasse e cartelle sospese

di Teresa Barone

scritto il

Tributi bloccati fino al 20 dicembre per i soggetti colpiti dall’alluvione nel genovese: i dettagli della misura varata dal Governo, che sospende le tasse e le cartelle a imprese e famiglie che hanno subito danni.

Alluvione Genova
Tributi sospesi fino al 20 dicembre
nelle zone della Liguria e del Nord Italia colpite dall’alluvione che si è verificata tra il 10 e il 14 dicembre: lo ha stabilito il Ministro dell’Economia e delle Finanze varando nuove misure a favore dei soggetti colpiti dagli eventi atmosferici avversi, sia persone fisiche sia sostituti di imposta. A essere bloccati sono anche i versamenti che derivano dalle cartelle notificate da parte degli agenti di riscossione o derivanti da accertamenti esecutivi (le ritenute devono essere operate e versate).

=> Prestiti per imprese alluvionate a Genova

Blocco delle tasse

La sospensione dei tributi è valida dal 10 ottobre fino al 20 dicembre 2014 e possono usufruirne tutti i soggetti con residenza, oppure sede legale o operativa, situata nei territori coinvolti nella recente alluvione (sul sito del Tesoro è possibile visionare l’elenco dei Comuni che possono beneficiare del blocco delle tasse).

=> Alluvione a Genova

Agevolazioni fiscali

La Giunta Comunale di Genova, inoltre, ha stanziato risorse fino a 2 milioni di euro per promuovere ulteriori agevolazioni fiscali. Come si apprende da un comunicato del Comune:

«L’obiettivo è la riduzione totale o parziale di imposte comunali per coloro che hanno subito danni, dando priorità alle piccole e medie imprese che detengono o conducono locali travolti o danneggiati dalle esondazioni.»

=> Le news dalla Liguria