Tratto dallo speciale:

Green Pass, le nuove regole di viaggio da febbraio

di Redazione PMI.it

scritto il

Da febbraio nuove regole e durata del Green Pass per attraversare le frontiere UE: Certificazione Verde valida 9 mesi, in Italia senza ulteriore tampone.

Dal 1° febbraio 2022 si torna alle regole ordinarie per gli ingressi in Italia per chi proviene da paesi UE, fino al 31 gennaio, infatti, anche chi era vaccinato o guarito doveva effettuare un test rapido nelle 24 ore precedenti l’arrivo, anche per viaggi all’interno della UE. Dunque, da martedì primo febbraio stop al tampone aggiuntivo.

La nuova Ordinanza

Il ritorno alle regole standard europee (basta in Green Pass base o il Super Green Pass per sbarcare da voli o navi provenienti da paesi Membri UE) è confermato da una nuova ordinanza del Ministro della Salute, Roberto Speranza.

Ingressi da Paesi UE

A partire dal 1° febbraio 2022 cessano di applicarsi le restrizioni introdotte con Ordinanza dello scorso 14 dicembre in relazione ai Paesi dell’Elenco C: da quella data, gli ingressi da tali Paesi potranno avvenire tramite esibizione di una qualsiasi delle Certificazioni Verdi (certificato vaccinale, certificato di guarigione oppure tampone) senza ulteriori tampone o quarantene.

Corridoi Covid-free

Nella stessa ordinanza firmata il 27 gennaio vengono prorogate le misure relative ai “Corridoi turistici Covid-free” che vengono estesi ad ulteriori destinazioni: Cuba, Singapore, Turchia, Thailandia (limitatamente all’isola di Phuket), Oman e Polinesia francese. Con l’ordinanza si proroga fino al 30 giugno 2022 la validità delle regole specifiche per i corridoi turistici Covid-free.

Regole di viaggio nella UE

Il provvedimento regola più in generale le misure per gli arrivi dallestero. Per i viaggiatori provenienti dai Paesi dell’Unione Europea sarà sufficiente la Certificazione Verde Covid-19, che dalla stessa data avrà validità di 9 mesi ai fini dei viaggi nella UE. La validità di 270 del Green Pass riguarda dunque l’attraversamento delle frontiere intra-UE (in entrata ma anche in uscita dall’Italia). A livello UE, in base all’ultima Raccomandazione, cambia infine anche la validità dei tamponi rapidi, che scende a 24 ore.

La circolare non menziona la riduzione a sei mesi del Green Pass locale, né pone il caso di nuove distinzioni tra Certificazione rilasciata dopo guarigione o vaccino e dopo un tampone (nel qual caso, fino al 31 gennaio scattava anche la mini-quarantena di 5 giorni). Da qui l’interpretazione estensiva in base alla quale il riferimento alla validità della Certificazione UE è di 9 mesi anche per gli ingressi, a seguito di qualunque evento (tampone, guarigione o vaccino).

Regole di spostamento in Italia

Tali nuove disposizioni europee non sono dunque in conflitto con le nuove regole nazionali, che entrano in vigore sempre il primo febbraio 2022: per l’accesso ai trasporti sul territorio nazionale e per una nutrita serie di attività socio-ricreative, nonché lavorative, è necessario il Super Green Pass, la cui durata scende a 180 giorni (6 mesi) per tutte le Certificazioni già attive o rilasciate dal 1° febbraio.