ISEE

L’I.S.E.E. è l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente che, certificato tramite un attestato, consente ai contribuenti a basso reddito di accedere a prestazioni sociali e servizi di pubblica utilità a condizioni agevolate.

È dunque uno strumento di Welfare, che si calcola effettuando il rapporto tra Indicatore della Situazione Economica (I.S.E., dato dalla somma dei redditi e dal 20% dei patrimoni mobiliari e immobiliari dei componenti il nucleo familiare) e parametro nella Scala di Equivalenza.

La Dichiarazione sostitutiva (auto-certificazione) – valida un anno per tutti i componenti il nucleo familiare – si può presentare all’ente che fornisce la prestazione sociale agevolata; al Comune; al CAF; all’INPS per via telematica (sezione Servizi On-Line). La Dichiarazione (Modello base + Allegato familiari) deve riportare i dati della dichiarazione dei redditi presentata ai fini IRPEF e i beni patrimoniali posseduti al 31 dicembre dell’anno precedente.

Tutti gli articoli

ISEE: tutte le agevolazioni

Tutte le agevolazioni fruibili da chi ha un ISEE basso, dallo sconto sulle bollette fino ai bonus per figli, scuola, sanità e tasse.

Evasione, controlli incrociati Fisco e GdF

La Guardia di Finanza potrà accedere alla super-anagrafe tributaria del Fisco per scovare gli evasori, dati conservati fino a dieci anni: emendamenti al decreto Fiscale.

DSU: guida alla compilazione

Come compilare la DSU per il calcolo dell’ISEE corrente e le differenze tra questo e l’ISEE ordinario.

Guida ISEE: compilazione DSU

Per ottenere l’ISEE aggiornato è necessario presentare ogni anno il modello DSU (Dichiarazione Sostituiva Unica): guida alla compilazione.

ISEE: nuove regole e scadenze

Il Milleproroghe cancella l’obbligo e la data di partenza dell’ISEE precompilato, dal 2019 cambia anche la durata della validità della DSU.