Tratto dallo speciale:

Coronavirus in Italia: le Regioni verso la zona gialla

di Redazione PMI.it

scritto il

I dati aggiornati sui contagi da Covid-19 in Italia, le Regioni a rischio zona gialla, la variante Omicron e la situazione vaccini.

Quinta ondata di Coronavirus in Italia senza freni, il monitoraggio del Ministero della Salute segnala, per la sesta settimana consecutiva, un aumento generalizzato di nuovi casi di infezione, in particolare sotto i 20 anni e nella fascia di età 30-49 anni. L’incidenza settimanale a livello nazionale ha raggiunto la soglia dei 150 casi per 100.000 abitanti. Stabile la velocità di trasmissione nell’ultima settimana di monitoraggio, durante la quale però si evidenzia un Rt elevato nella maggior parte delle Regioni Italiane, sempre al di sopra della soglia epidemica, anche con riferimento all’Rt calcolato sui soli casi ospedalizzati. Preoccupante il fatto che risulti ulteriormente in aumento il tasso di occupazione sia in area medica che in terapia intensiva.

Vediamo in termini numerici gli ultimi dati relativi ai contagi da Covid-19 in Italia e le raccomandazioni del Ministero della Salute.

Covid-19: i numeri in Italia

Oggi in Italia si contano:

  • 235.835 positivi al Covid-19, con un incremento di +3.835 in un solo giorno;
  • in totale 4.748.454 dimessi/guariti da inizio pandemia (+5.567);
  • 134.287 deceduti totali (+92, contro i +43 del giorno prima);
  • 5.118.576 casi totali (+9.503).

=> Green Pass e Super Green Pass dopo il vaccino: rilascio, durata e validità

ricoveri ordinari sono aumentati di +282 unità in un solo giorno, diventando 5.879. Quelli in terapia intensiva salgono di +7 unità, raggiungendo quota 743. Il tasso di positività è salito al 3,1%. In isolamento domiciliare ci sono oggi 229mila positivi al Coronavirus. Tra le novità, rispetto ai dati dello scorso mese, l’emergere della variante Omicron attualmente sotto osservazione. Per ora sembrerebbe trattarsi di una variante del Coronavirus più contagiosa, con una incubazione meno lunga, ma meno aggressiva di Delta dal punto di vista dei sintomi della malattia.

Regioni a rischio

Le Regioni più a rischio sono ancora al Nord, con il Veneto in cima alla lista con un aumento di +1.709 casi giornalieri, seguito da Emilia Romagna, Lazio e Lombardia. Al Friuli Venezia Giulia e l’Alto Adige, già passati in zona gialla, potrebbero presto aggiungersi la Calabria e la Lombardia, molto vicine alle soglie massime di occupazione di reparti e rianimazioni. Vicine alla soglia critica anche le terapie intensive di Veneto, Lazio e Liguria e i ricoveri ordinari della Valle d’Aosta, tutte Regioni che sono ad un passo dal cambiare colore.

=> Green Pass in zona bianca, gialla e arancione: durata e regole

Dati regionali

Regioni, totale casi, attuali e incremento:

  • Lombardia: 947,099 (39,621) (1,005)
  • Veneto: 532,291 (39,238) (1,709)
  • Campania: 497,667 (19,241) (783)
  • Emilia-Romagna: 464,838 (26,099) (1,396)
  • Lazio: 432,899 (24,357) (1,006)
  • Piemonte: 405,375 (13,697) (776)
  • Sicilia: 328,386 (13,703) (505)
  • Toscana: 305,269 (10,551) (544)
  • Puglia: 281,151 (4,632) (187)
  • Friuli Venezia Giulia: 135,152 (8,035) (388)
  • Marche: 126,316 (5,311) (149)
  • Liguria: 125,350 (5,538) (247)
  • Calabria: 94,799 (5,405) (224)
  • P.A. Bolzano: 91,018 (6,204) (220)
  • Abruzzo: 89,228 (5,048) (89)
  • Sardegna: 79,761 (3,076) (80)
  • Umbria: 68,233 (1,884) (82)
  • P.A. Trento: 53,135 (1,965) (73)
  • Basilicata: 31,809 (1,134) (4)
  • Molise: 15,305 (333) (1)
  • Valle d’Aosta: 13,495 (763) (35)

Dati provinciali

Province – totale e incremento casi:

  • Roma: 315,892 (832)
  • Milano: 306,035 (305)
  • Napoli: 294,886 (490)
  • Torino: 216,217 (401)
  • Brescia: 119,090 (131)
  • Bologna: 110,610 (259)
  • Padova: 104,403 (235)
  • Bari: 101,540 (23)
  • Verona: 100,666 (143)
  • Treviso: 100,430 (474)
  • Varese: 97,874 (191)
  • Bolzano: 91,018 (220)
  • Monza e della Brianza: 88,474 (75)
  • Venezia: 88,226 (377)
  • Palermo: 88,035 (107)
  • Vicenza: 87,496 (234)
  • Catania: 84,743 (155)
  • Firenze: 84,005 (79)
  • Salerno: 79,819 (128)
  • Caserta: 76,296 (138)
  • Modena: 75,587 (219)
  • Como: 65,639 (35)
  • Genova: 63,326 (135)
  • Bergamo: 59,765 (42)
  • Cuneo: 58,059 (101)
  • Udine: 57,982 (72)
  • Reggio nell’Emilia: 54,245 (78)
  • Trento: 53,135 (73)
  • Perugia: 51,402 (31)
  • Foggia: 50,168 (109)
  • Pavia: 48,702 (52)
  • Forlì-Cesena: 46,006 (214)
  • Rimini: 44,863 (182)
  • Taranto: 43,113 (3)
  • Latina: 42,025 (46)
  • Mantova: 40,333 (81)
  • Messina: 38,953 (88)
  • Ancona: 38,685 (71)
  • Ravenna: 38,601 (173)
  • Frosinone: 36,260 (19)
  • Pisa: 35,669 (63)
  • Reggio di Calabria: 33,863 (140)
  • Parma: 33,728 (39)
  • Lecce: 33,423 (32)
  • Alessandria: 32,939 (23)
  • Trieste: 32,212 (161)
  • Novara: 31,473 (50)
  • Cremona: 30,894 (22)
  • Lucca: 30,840 (48)
  • Cosenza: 30,122 (9)
  • Pistoia: 28,960 (52)
  • Barletta-Andria-Trani: 28,853 (5)
  • Pesaro e Urbino: 28,433 (25)
  • Ferrara: 28,035 (81)
  • Prato: 27,638 (27)
  • Arezzo: 27,364 (60)
  • Lecco: 27,223 (10)
  • Piacenza: 26,957 (29)
  • Siracusa: 26,595 (39)
  • Pordenone: 26,375 (112)
  • Macerata: 26,055 (43)
  • Belluno: 24,663 (61)
  • Cagliari: 24,558 (15)
  • Avellino: 23,153 (13)
  • Livorno: 22,865 (77)
  • L’Aquila: 22,556 (10)
  • Chieti: 22,506 (0)
  • Brindisi: 22,450 (13)
  • Teramo: 22,233 (83)
  • Sassari: 22,199 (11)
  • Trapani: 21,515 (24)
  • Pescara: 21,086 (9)
  • Ragusa: 20,638 (19)
  • Potenza: 20,437 (2)
  • Viterbo: 20,139 (96)
  • Savona: 19,766 (62)
  • Asti: 19,504 (47)
  • Caltanissetta: 19,129 (50)
  • Lodi: 19,088 (7)
  • Agrigento: 18,835 (10)
  • Imperia: 18,646 (3)
  • Siena: 18,356 (37)
  • Rovigo: 18,109 (170)
  • La Spezia: 17,301 (41)
  • Sondrio: 17,043 (21)
  • Gorizia: 16,710 (34)
  • Massa Carrara: 16,119 (67)
  • Vercelli: 14,900 (21)
  • Benevento: 14,862 (8)
  • Verbano-Cusio-Ossola: 14,597 (47)
  • Ascoli Piceno: 14,352 (6)
  • Terni: 13,900 (48)
  • Sud Sardegna: 13,508 (17)
  • Fermo: 13,224 (1)
  • Aosta: 12,913 (34)
  • Grosseto: 12,898 (34)
  • Nuoro: 12,837 (33)
  • Biella: 12,713 (41)
  • Rieti: 12,517 (13)
  • Catanzaro: 12,388 (37)
  • Campobasso: 10,938 (1)
  • Matera: 10,496 (2)
  • Enna: 9,943 (13)
  • Crotone: 9,191 (11)
  • Vibo Valentia: 7,724 (26)
  • Oristano: 6,645 (4)
  • Isernia: 4,289 (0)

Raccomandazioni

=> Green Pass: come scaricarlo dopo la terza dose

Il Ministero della Salute caldeggia una  completa copertura vaccinale in tutte le fasce di età raccomandate.

Il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo nelle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali vigenti, in particolare gli ultraottantenni e le persone più fragili, rappresentano gli strumenti principali per prevenire significativi aumenti di casi clinicamente gravi di COVID-19 e favorire un rallentamento della velocità di circolazione del virus SARS-CoV-2.

Come ha dichiarato il presidente dell’Istituto superiore di Sanità in Commissione affari costituzionali al Senato, l’andamento della circolazione tocca alcune fasce più di altre, mostrando una forte corrispondenza con la popolazione non vaccinata. Si continua a sottolineare l’importanza di rispettare rigorosamente le misure raccomandate sull’uso delle mascherine, del distanziamento fisico – prevenendo le aggregazioni – e dell’igiene delle mani.