Sviluppare le attività di coaching

di Chiara Basciano

scritto il

Il nuovo volto del manager: più coach e meno boss, consigli pratici e strategie per trarre il meglio dai propri dipendenti e collaboratori.

Il manager è oggi sempre più una figura di riferimento per i dipendenti. In questo senso, si parla di manager coach quando si decide di spostare l’attenzione dai risultati alle potenzialità, di sviluppare relazioni e di mettere in discussione i propri comportamenti: non si tratta di un cammino facile, ma questo tipo di manager potrà vantare un’azienda di persone davvero motivate.

I principi fondamentali del coaching potrebbero essere identificati nei seguenti: rispetto della persona, della sua autonomia e delle sue emozioni, chiedersi sempre il perché delle cose.

=> Roberto Re: training e coaching a tutto tondo

La spinta a sviluppare il coaching non viene solo dai dipendenti, che chiedono un rapporto genuino con il proprio capo, ma anche dalle mutate forme di lavoro. Smart working in primis. Avendo lavoratori a distanza è necessario stabilire con loro una connessione più profonda.

Grazie al coaching i dipendenti saranno più autonomi e si raggiungerà un maggior equilibrio tra performance, personalità e team. Il passo cruciale è non considerare i dipendenti solo in base alle loro competenze ma anche alla loro identità, con una conseguente soddisfazione maggiore sia per loro che per l’azienda.

I Video di PMI

Versione a pagamento di LinkedIn: vale la pena