Speciale Flat tax

La Flat Tax è un sistema fiscale caratterizzato da un’aliquota fissa, non progressiva.  La misura introdotta dal Governo M5S e Lega con la Legge di Builancio 2019, prevede due aliquote, al 15% ed al 20%, la prima per le Partite IVA e la seconda per le imprese. Nel primo caso si innalzano i tetti di accesso, innalzando la soglia dei ricavi a 65mila euro. Nel secondo, si introduce un secondo scaglione per i ricavi tra 65mila e 100mila euro, a partire dal 2020. È poi previsto un sistema di deduzioni e detrazioni per garantire la progressività delle imposte.

Tieniti aggiornato sugli sviluppi della riforma fiscale e le modalità di introduzione della Flat Tax.

Flat tax partite IVA: accesso e fuoriuscita dal regime

Per applicare nel 2019 la flat tax al 15% bisogna avere ricavi/compensi 2018 inferiori a 65mila euro, se nel corso del nuovo anno il fatturato supera la soglia si applica comunque l'aliquota agevolata e si esce l'anno successivo.

Flat tax al 20% senza vincoli di uscita

La legge sulla flat tax al 20% non contiene il superamento del reddito di 100mila euro come causa di esclusione dal regime: dubbi interpretativi sulla misura in manovra 2019.

Tutti gli articoli

Forfettario 2020: fuori 10mila Partite IVA

Il giro di vite sui redditi da lavoro dipendente taglia fuori migliaia di Partite IVA dal regime forfettario: le stime dei Consulenti del Lavoro e il bivio tra attività autonoma oi tassazione ordinaria.

Come cambia il regime forfettario dal 2020

Tetto di spesa di 20mila euro per i collaboratori e 30mila euro per il reddito da lavoro dipendente ma niente obbligo di fattura elettronica: il regime forfettario secondo il Ddl Bilancio 2020.