Autoliquidazione 2017/2018: guida INAIL

di Noemi Ricci

scritto il

Autoliquidazione dei premi INAIL 2017/2018: guida alle novità, scadenze ed istruzioni dell'Istituto.

L’INAIL ha pubblicato una guida completa e dettagliata all’autoliquidazione annuale dei premi 2017/2018, di cui fornisce istruzioni e scadenze con la nota operativa del 22 gennaio 2018.

Autoliquidazione INAIL: le novità

Le novità relativa all’autoliquidazione INAIL nel 2018 riguardano:

  • la conferma dell’aliquota addizionale 2017 per il fondo vittime dell’amianto nella misura dell’1,29% sul premio dovuto con riferimento alle voci di tariffa di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto interministeriale n. 30/2011 e dello 0,02% sul monte retributivo per le lavorazioni del settore navigazione di cui all’articolo 3, comma 4, del medesimo decreto interministeriale relative alle categorie naviglio Trasporto Passeggeri e Concessionari di Bordo, Trasporto Merci Nazionale e Internazionale;
  • la non applicazione per il triennio 2018-2020 dell’addizionale sui premi relativi ai settori delle attività lavorative comportanti esposizione all’amianto;
  • la sospensione dell’applicazione degli sgravi per il settore della pesca costiera e nelle acque interne e lagunari per il 2018;
  • l’autoliquidazione unificata anche per i datori che hanno iniziato l’attività al termine del 2017 sulla scorta delle basi di calcolo estratte a metà gennaio.

=> INAIL: bandi e concorsi

Scadenze autoliquidazione INAIL 2018

Le scadenze per l’autoliquidazione INAIL per il 2018, per i datori di lavoro titolari di PAT e le imprese armatoriali titolari di PAN sono:

  • 16 febbraio, versamento premio autoliquidazione (prima rata del 25% del premio annuale o unica soluzione) esclusivamente tramite il modello f24. Stesso termine per l’invio della comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte, con il servizio Riduzione presunto, da parte dei datori di lavoro e armatori che prevedono nell’anno 2018 retribuzioni inferiori a quelle erogate nel 2017;
  • 28 febbraio, presentazione dichiarazione retribuzioni tramite i servizi telematici disponibili sul sito istituzionale. In particolare per la dichiarazione i datori di lavoro titolari di PAT devono utilizzare esclusivamente con i servizi telematici ALPI online, che calcola anche il premio dovuto, e invio telematico dichiarazione salari. il numero di riferimento del premio di autoliquidazione 2017/2018 da indicare nel modello F24 è 902018. I datori di lavoro del settore marittimo titolari di PAN devono utilizzare esclusivamente con il servizio online invio retribuzioni e calcolo del premio;
  • 16 maggio, 20 agosto 16 novembre 2018, versamento rispettivamente della seconda, terza e quarta rata, nel caso in cui si sia scelto il pagamento rateale del premio di autoliquidazione INAIL, dandone comunicazione direttamente nella dichiarazione delle retribuzioni. Ogni rata sarà pari al 25% del premio annuale, maggiorata degli interessi, per l’anno 2017 il tasso medio di interesse dei titoli di Stato, è pari allo 0,68%, i coefficienti da utilizzare per il calcolo degli interessi da applicare alla seconda, terza e quarta rata del premio di autoliquidazione 2017/2018, tenuto conto delle date di scadenza delle rate di premio, sono quindi, rispettivamente 0,00165808; 0,00337205; 0,00508603.

=> Professionisti studio associato e obbligo INAIL

Riduzioni autoliquidazione INAIL

Alle autoliquidazioni INAIL 2017/2018 si applicano le seguenti riduzioni del premio assicurativo:

  • riduzione legge 147/2013 (PAT e PAN);
  • riduzione per il settore edile (PAT);
  • sgravi per pesca oltre gli stretti, pesca mediterranea (PAN);
  • sgravio per il Registro Internazionale (PAN);
  • incentivi per il sostegno della maternità e paternità e per la sostituzione di lavoratori in congedo (PAT);
  • riduzione per le imprese artigiane (PAT);
  • riduzione per Campione d’Italia (PAT);
  • riduzione per le cooperative agricole e i loro consorzi operanti in zone montane e svantaggiate (PAT);
  • riduzione per le cooperative agricole e i loro consorzi in proporzione al prodotto proveniente da zone montane o svantaggiate conferito dai soci (PAT);
  • riduzione per assunzioni legge n. 407/1990, art. 8, c. 9 (per assunzioni effettuate entro il 31.12.2014 – PAT);
  • incentivi per assunzioni legge n. 92/2012, art. 4, commi 8-11 (PAT).

.