Interoperabilità, driver open source in azienda

di Redazione PMI.it

scritto il

Per la Open Solutions Alliance sarà la piena integrazione fra applicazioni a trainare l'adozione del software libero in azienda. Diffusi i dati del survey 2007 in Europa ed Usa

La Open Solutions Alliance (OSA) – il consorzio d’imprese per la certificazione e l’integrazione fra software a codice aperto ad uso enterprise – ha diffuso i risultati delle indagini avviate nel corso del 2007 nell’ambito dei propri Customer Forum.
Da quanto emerso, è l’interoperabilità la vera chiave di volta capace di sorreggere il passaggio da software proprietario ad open source nelle aziende.

I feedback statunitensi ed europei hanno confermato che l’integrazione tra soluzioni aperte è la principale preoccupazione delle utenze business, requisito numero uno per il via libera ad un’adozione su larga scala dell’open source in azienda.

Di forte rilevanza tanto per le grandi aziende quanto per le PMI, la compatibilità delle diverse applicazioni è un problema particolarmente sentito dalle piccole e medie aziende, soprattutto per quanto riguarda autorizzazioni e accessi, integrazione dei dati e sincronizzazione. Per le Corporate il problema è invece più sentito per applicazioni di business process integration e di production management.

Da un punto di vista non strettamente tecnico, poi, l’interoperabilità è vista come una necessità fondamentale per la gestione delle soluzioni integrate fornite da vendor diversi.

Partendo da tali presupposti, gli utenti hanno confermato la crescente adozione dell’open source proprio in virtù dell’aumentata disponibilità sul mercato di soluzioni coperte da standard, in grado di garantire integrazione e piena funzionalità. Di supporto al processo di migrazione verso il software libero è risultata essere anche la forte fiducia degli utenti nei confronti delle GPL (General Public Licence) di prodotti e applicativi in commercio.

In generale, le soluzioni maggiormente adottate in azienda sono risultate l’applicazione server JBoss, i database commerciali MySQL e Postgres e la piattaforma di sviluppo Eclipse. Molto popolari anche i vari software di CRM e di ECM.

Oltre alla interoperabilità, i driver per l’adozione dell’open source nelle imprese sono risultati essere la sicurezza e il supporto offerto da provider e comunità di sviluppatori.

I Video di PMI

Incentivi auto ed ecotassa 2019-2021