Tratto dallo speciale:

Top Circle: nuove strategie per manager ICT

di Redazione PMI.it

scritto il

Avviato da HP e Politecnico di Milano, il progetto Top Circle promuove lo scambio di opinioni e best practice tra manager italiani. Denominatori comuni, ICT e business innovativo

Si è concluso il ciclo di incontri promossi da Top Circle, la comunità dei top manager dell’ICT nata in seno al progetto congiunto sviluppato da HP Italia e School of Management del Politecnico di Milano, con l’obiettivo di delineare strategie e leve di business innovative che sfruttino le potenzialità dell’Information Technology.

Il tema chiave dell’edizione 2007 è stato l’ICT Governance come motore strategico di innovazione del business. Nel corso dell’incontro sono stati definiti punti di forza e deterrenti dei processi adottati in azienda, per identificare quelli più efficaci per allineare ICT, Board e Line of Business.

Per fare dei CIO italiani dei veri e propri Business Technology Officer è necessario allineare scelte tecnologiche, di organizzazione e gestione: puntare a comunicazioni integrate fra vertici e divisioni operative, adottare soluzioni IT più flessibili, creare linguaggi e visioni comuni coinvolgendo maggiormente i decisori nelle sfide tecnologiche affrontate dall’azienda.

Tali indicazioni sono risultate essere più veritiere soprattutto per le PMI.
«Oltre ad una certa resistenza ad investire, le imprese italiane, soprattutto quelle di dimensioni più modeste, mancano di competenze tecnologiche e gli uffici dedicati all’IT, se ci sono, dispongono di poche risorse» ha infatti dichiarato Luigi Freguia, Amministratore Delegato di Hewlett-Packard Italiana.

«Dalle ricerche è emerso che per i CIO è importante disporre di un modello di ICT Governance efficace e adeguato al contesto aziendale in cui si opera», ha aggiunto Umberto Bertelè, Presidente della School of Management del Politecnico di Milano.
Le leve indispensabili trovano applicazione in tre ambiti: scelte di organizzazione, ruoli e processi; adozione di tecnologie e strumenti per creare una visione condivisa; persone, competenze e valori delle risorse ICT.

In particolare, nel caso della direzione Acquisti si tratta di obiettivi allineati (57%), teamworking (49%) e chiarezza nella definizione dei ruoli (43%), mentre nel caso della direzione Finanza si tratta di teamworking (51%), obiettivi allineati (38%) e presenza attiva del vertice (33%).