Business Services: l’universo HP

di Redazione PMI.it

scritto il

In arrivo nuovi software e soluzioni per automatizzare i processi IT e gestire i servizi business in azienda. Obiettivo: migliori prestazioni e minori costi operativi

Nel corso del Forum “Software Universe 2007” di Barcellona, HP ha confermato il suo impegno nel campo del Business Service Management presentando la sua visione in ambito Business Technology Optimization (BTO), una panoramica completa di strategie, soluzioni software e servizi per la gestione automatica dei processi di business.

Le novità di prodotto riguardano innanzitutto Automated Operations 1.0, suite composta da soluzioni IT Service Management, Business Service Management e Business Service Automation, e che integra gli asset ereditati dalle acquisite Openview, Peregrine, Mercury e Opsware: eliminando i processi manuali riduce il costo delle operazioni in termini tecnologici e organizzativi.

A seguire, HP ha annunciato la soluzione software Business Service Automation, piattaforma unica per automatizzare processi e gestire applicazioni, server, network e client. La soluzione fornisce anche un Central Configution Management Database (CMDB) per la reportistica ed il controllo.
Infine, HP ha confermato di aver integrato con nuove funzionalità il software IT Service Management (ITSM) per la gestione dei servizi aziendali, migliorandone le prestazioni.

«Saranno i software e i servizi a fare la differenza per le aziende, che nel 2008, secondo gli analisti, accentueranno le attività di ottimizzazione dei processi di gestione delle informazioni», ha dichiarato Thomas Hogan, Senior Vice President Software HP.
Non solo: secondo Stephen Elliot, Research Director Enterprise Management Service di IDC, l’automazione dei Business Services è un’opportunità per le organizzazioni IT di allinearsi ad obiettivi quali la compliance, la sicurezza, la riduzione dei costi e la distribuzione di prodotti innovativi.

In pratica, per gli analisti di mercato i sistemi tradizionali per la gestione delle infrastrutture enterprise risultano oggi obsoleti e dispendiosi, causando anche rallentamenti nei cicli di time-to-market.
Diventa strategico, pertanto, affidarsi a soluzioni di automazione, più dinamiche e in grado di orientare il business verso nuove e più efficaci mete.