Dimissioni online: correttivi in Parlamento

di Francesca Vinciarelli

scritto il

La Commissione Lavoro di Camera e Senato ha espresso parere favorevole sui correttivi proposti dai Consulenti del Lavoro in materia di dimissioni online e risoluzioni consensuali dei rapporti di lavoro.

Parere favorevole è stato espresso dalle Commissioni Lavoro della Camera e del Senato, con alcune osservazioni, alle modifiche contenute nel decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive dei decreti Jobs Act (decreti legislativi 15 giugno 2015, n. 81, e 14 settembre 2015, nn. 148, 149, 150 e 151).

=> Dimissioni nel Jobs Act: le novità

Vengono recepite, in particolare, le proposte presentate dai Consulenti del Lavoro con l’obiettivo di migliorare la nuova procedura telematica di comunicazione delle dimissioni e risoluzione consensuale del rapporto di lavoro e le modalità di risolvere il rapporto nel caso di mancato perfezionamento a seguito di invito del datore di lavoro. Modifiche che erano state proposte dai Consulenti in occasione dell’audizione alla Camera del 6 luglio scorso, sottolineando l’inadeguatezza della nuova normativa riguardante le nuove dimissioni online, che rappresentano un onere troppo pesante per le aziende.

=> Guida alla convalida delle dimissioni

Il Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro aveva quindi evidenziato la necessità di reintrodurre la possibilità di procedere, in alternativa alle dimissioni e risoluzione consensuale del contratto di lavoro con modalità telematica, alla convalida presso la Dtl competente, come già previsto dalla Legge Fornero. Questo per fare in modo che, nel caso in cui le dimissioni non venissero convalidate in nessuna delle due modalità entro 7 giorni dalla ricezione dell’invito a convalidarle, si possa procedere alla risoluzione del rapporto di lavoro, evitando alle imprese un ulteriore aggravio di costi per il ticket licenziamento.

Tra i suggerimenti proposti dal Senato proprio quello di inserire i Consulenti del Lavoro fra i soggetti abilitati alla trasmissione della convalida delle dimissioni online. Tra le osservazioni della Commissione Lavoro nel parere approvato si legge:

“Valuti il Governo la possibilità di rivedere le disposizioni del comma 4 dell’articolo 26 del dlgs n.151/2015 al fine di consentire che la trasmissione dei relativi moduli possa avvenire anche per il tramite di enti pubblici, nonché di intervenire, con riferimento ai lavoratori che volontariamente abbandonino il proprio posto di lavoro senza procedere alla trasmissione del modulo di cui al medesimo articolo 26, per ridurre gli oneri derivanti da tale allontanamento, anche attraverso una revisione della disciplina del contributo dovuto ai sensi dell’articolo 2, comma 31, della legge 28 giugno 2012, n. 92”.

=> Dimissioni online: problemi e soluzioni

Perché le modifiche diventino operative è ora attesa l’approvazione definitiva del decreto correttivo del Jobs Act da parte del Governo.

.