Tratto dallo speciale:

Il Made in Italy sbarca in Cina sull’e-commerce Alibaba

di Filippo Vendrame

scritto il

Imprese italiane sulla piattaforma di Alibaba: accordo per la loro diffusione è una questione di sistema.

Grazie ad un accordo tra il Governo italiano e Alibaba, presto il Made in Italy sbarcherà in Cina. L’intesa è stata siglata dall’inventore del colosso dell’e-commerce cinese Jack Ma e dal Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi alla presenza dei premier Matteo Renzi e Li Keqiang. Obiettivo, creare una vetrina virtuale di prodotti italiani da vendere all’interno della piattaforma di commercio elettronico Alibaba.

Alcune nostre imprese sono già presenti sulla piattaforma di Alibaba, ma in numero esiguo; adesso, grazie all’accordo, la loro diffusione sarà solo una questione di sistema.

Il portale di commercio elettronico metterà a disposizione un team dedicato che lavorerà in Cina a stretto contatto con le aziende italiane, impegnandosi a rafforzare la cooperazione a difesa della proprietà intellettuale e a promuovere campagne specifiche per i prodotti italiani, mettendo anche a disposizione esperti in logistica. Non mancherà una massiccia campagna pubblicitaria a favore del Made in Italy.

Questa opportunità per le aziende italiane fa parte di un pacchetto di 10 accordi sottoscritti da Renzi con il premier cinese. L’accordo con la Cina non è tuttavia un’esclusiva: nei scorsi mesi si sono aperti ad Alibaba anche Gran Bretagna e Francia.