Tratto dallo speciale:

Cloud per Pmi con Windows Azure e Small Business Server 2012

di Cristiano Guarco

scritto il

Windows Azure e Small Business Server 2011: due soluzioni di Microsoft per incrementare la competitività e le capacità gestionali delle Pmi grazie al cloud computing.

L’impegno di Microsoft nel supporto della competitività delle Pmi italiane è costante e la strategia è stata tracciata da tempo, attraverso l’adozione strategica del Cloud Computing: di fatto, per Microsoft la nuvola rappresenta un importante fattore di accelerazione tecnologica, permettendo alle piccole e medie imprese di adottare soluzioni IT avanzate a costi accessibili e in tempi rapidi.

L’offerta è sempre più strutturata, comprendendo strumenti strategici che aiutano nella gestione del business, come Small Business Server 2011 ora accessibile in modalità cloud, o attraverso soluzioni basate sulla nuvola di partner qualificati, sviluppate o integrate su Windows Azure.

Una tavola rotonda organizzata da Microsoft è stata l’occasione per approfondire il valore strategico del Cloud Computing per la competitività delle Pmi, attraverso l’intervento di partner che hanno presentato soluzioni concrete cloud-based, ideate per far fronte alle necessità delle aziende di piccole e medie dimensioni e delle microimprese.

«Oggi il Cloud Computing è un tema ricorrente  e stiamo riscontrando una crescente attenzione da parte delle Pmi, che iniziano ad acquisire consapevolezza delle grandi potenzialità offerte da questo paradigma tecnologico», ha affermato Luca Venturelli, direttore della Divisione Server & Cloud di Microsoft Italia.

Lo stesso ha poi sottolineato come il Cloud Computing non sia un concetto astratto, ma una «leva tecnologica strategica che abilita applicazioni concrete in grado di rispondere a esigenze di business specifiche» capace «di offrire valore tangibile anche alle imprese di piccolissime dimensioni, contribuendo a ottimizzarne la gestione operativa».

«Microsoft s’impegna da sempre per promuovere l’innovazione delle Pmi in una logica di efficienza ed efficacia di business e l’evoluzione di Windows Azure intende proprio accompagnare le aziende nel proprio percorso di crescita. Le nuove funzionalità rilasciate di recente semplificano l’utilizzo della piattaforma da parte dei nostri partner, che possono utilizzarla per sviluppare soluzioni ad hoc in grado di rispondere in modo puntuale alle esigenze del mercato delle Pmi, e naturalmente l’attività di R&D sul fronte cloud prosegue, perciò saranno presto rilasciate nuove feature che arricchiranno ulteriormente Windows Azure, confermandola l’infrastruttura ideale per la creazione di soluzioni cloud», ha poi concluso Venturelli.

Soluzioni gestionali cloud-based

Tra i player più qualificati scelti nel vasto ecosistema di partner Microsoft figura Diamante, che ha progettato tre soluzioni per rispondere alle esigenze gestionali delle microimprese; alle necessità di comunicazione con studi professionali e associazioni di categoria; agli adempimenti obbligatori relativi alla normativa sulla tracciabilità dei rifiuti.

Si tratta di Fatturiamo.it, Network24 e Ambiente24, che fanno tutte leva su Windows Azure. Il primo è un microgestionale che riceve e inoltra documenti e note contabili al commercialista in modo automatico, permettendo d’interagire in tempo reale grazie all’integrazione delle soluzioni per comunicazione e collaborazione Lync ed Exchange.

Network24 invece è un servizio online di collaborazione studio-azienda, consente di ricevere e inoltrare in automatico i documenti per la gestione contabile, oltre a implementare le funzioni di collaborazione integrando Office 365 e BPOS.

Per finire, Ambiente24 è un servizio online che intende gestire con estrema semplicità gli adempimenti in materia di tracciabilità dei rifiuti ed è collegato in tempo reale al sistema SISTRI del Ministero dell’Ambiente.

Small Business Server

Sempre con l’obiettivo di semplificare e spingere l’adozione del Cloud Computing da parte delle Pmi nasce la nuova famiglia di soluzioni Small Business Server. È declinata in due versioni, Standard studiata per le piccole imprese con supporto fino a 75 utenti, ed Essentials la vera novità, pensata per le microimprese e con supporto fino a 25 utenti.

E dopo SBS 2011 Essentials Microsoft ha pronta un’altra grossa novità: la major update di Windows Azure, che verrà svelata con un evento dedicato. Basato sulle componenti fondamentali di Windows SBS per ridurre la complessità e aumentare la gestibilità della tecnologia, Small Business Server 2011 Essentials consente di distribuire una soluzione server semplificata.

Nasce grazie alla collaborazione con HP, che ha studiato un micro server su cui si può basare una microimpresa o piccola azienda, lavorando in parallelo con il cloud tramite una pre configurazione di Office 365. Così si hanno a disposizione i tutti i servizi “orizzontali” che servono per iniziare, dalla protezione dei dati aziendali con backup quotidiani, all’organizzazione e utilizzo di documenti aziendali grazie all’archiviazione centralizzata.

Un grande vantaggio è dato anche dalla scalabilità della soluzione, così da offrire alle imprese la possibilità di ampliarne la capacità al passo con la crescita aziendale.