Congedo straordinario 104 in APE Social

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Delia chiede

Ho fatto domanda per l’APE Social sulla base della legge 104, per figlio con disabilita in situazione di gravità. In attesa di risposta INPS posso comunque fare domanda di congedo straordinario ed eventualmente interromperlo se ottengo l’anticipo pensionistico?

Barbara Weisz risponde

Si, le due cose sono compatibili, anzi l’APE social nel caso dei caregiver è pensato esattamente per andare incontro a situazioni come la sua. Ed è accessibile a coloro che stanno già utilizzando i permessi della legge 104 per assistere un parente disabile. La normativa prevede semplicemente che il parente a cui viene prestata assistenza abbia le caratteristiche previste dall’articolo 3, comma 3, della legge 104/1992. Anche le ultime precisazioni fornite dall’INPS non impediscono la domanda a chi è in permesso da legge 104 per assistere un parente disabile.

La cosa fondamentale è che il requisito di caregiver continui a sussistere anche nel momento in cui si presenta la domanda di APE vera e propria. E’ infatti possibile che il lavoratore abbia i requisiti nel momento in cui presenta la prima domanda, quella di accesso al beneficio, e riceva la relativa certificazione del diritto, ma poi perda le caratteristiche di caregiver in un momento successivo, prima della decorrenza dell’APE (ad esempio, per il decesso del parente). In questo caso, si perde il diritto al beneficio previdenziale.

Colgo l’occasione per ricordare che le regole 2018 sono più elastiche rispetto a quelle previste l’anno scorso, ricomprendendo fra i caregiver non solo il coniuge, il partner in unione civile e i parenti di primo grado (genitori e figli), ma anche parenti e affini fino al secondo grado (nonni e nipoti, anche del coniuge, fratelli e sorelle, cognati e cognate).