L’Opzione Donna consente alle lavoratrici del pubblico e del privato di andare in pensione anticipata, ma con assegno calcolato interamente su sistema contributivo. Prorogata dalla Legge di Bilancio, l’Opzione può essere esercitata anche nel 2022 dalle lavoratrici con 58 anni di età (59 se autonome) se hanno raggiunto i 35 anni di contributi al 31/12/2021, senza che siano previsti adeguamenti alla speranza di vita.

Scopri nel video di PMI.it le modalità di accesso alla pensione anticipata con Opzione Donna, come fare richiesta e come si applicano le finestre mobili per la decorrenza della prestazione.