Immobiliare: consultazione online dei prezzi di vendita

di Redazione PMI.it

scritto il

Guida al servizio online gratuito che permette di conoscere i valori dichiarati negli atti di compravendita, anonimi ma geolocalizzati: ecco le istruzioni.

I servizio online gratuito dell’Agenzia delle Entrate denominato Consultazione Valori Immobiliari Dichiarati consente di visualizzare i prezzi di acquisto degli immobili indicati negli atti di compravendita immobiliare, dedotti dalla documentazione a corredo trasmessa nell’ambito dei diversi adempimenti del caso, in relazione ad unità immobiliari censiti negli archivi del Catasto fabbricati, per atti stipulati a partire dal 1° gennaio 2019.

Il servizio web è disponibile per cittadini e per tutte le categorie di professionisti. Per accedere è necessario autenticarsi con credenziali Entratel/Fisconline, SPID o CNS. È possibile applicare filtri e raggio di ricerca. I dati forniti sono ovviamente anonimi e, a ulteriore tutela della privacy, non è possibile correlare le schede-atto ai punti di interesse delle corrispondenti unità immobiliari rappresentati sulla mappa offerta dal servizio.

La banca dati del servizio è costituita dall’incrocio di quattro archivi: Pubblicità immobiliare (data atto, identificativo catastale unità immobiliare, tipologia di diritto e quota trasferita); Catasto (dati censuari immobile, categoria e consistenza; archivio zone OMI (georiferimento dell’immobile); Note di registrazione (corrispettivo dichiarato negli atti di compravendita). Per ogni atto di compravendita individuato, il servizio rende disponibili i seguenti dati:

  • mese/anno di stipula dell’atto
  • tipologia dell’atto
  • numero immobili compravenduti nell’atto
  • corrispettivo risultante dal modello per l’adempimento unico di trascrizione, voltura catastale e registrazione dell’atto
  • comune, zona OMI, categoria e consistenza catastale di ogni unità censita nel Catasto fabbricati e presente nell’atto.

Nel caso in cui in un atto, oltre ad unità immobiliari censite nel Catasto fabbricati, siano state compravendute anche
particelle censite nel Catasto terreni, la denominazione della tipologia atto sarà seguita da (T) e il numero di immobili
complessivo comprenderà anche le particelle terreni (non dettagliate nella scheda).

=> Correzione online per gli errori catastali

L’aggiornamento dei dati è mensile e si riferisce a unità urbane situate nel territorio nazionale, ad eccezione di quelle nei comuni delle province autonome di Trento (176 comuni) e Bolzano (116 comuni), del Veneto (4 comuni), della Lombardia (2 comuni) e del Friuli Venezia Giulia (43 comuni), dove vige il sistema dei libri fondiari (o sistema tavolare) per la pubblicità immobiliare.

Per gli atti di compravendita che non ricadono nel regime prezzo/valore il corrispettivo dichiarato è rappresentato dal valore imponibile ai fini fiscali (che per norma rappresenta il prezzo corrisposto nella transazione). In assenza di valori, prezzo o imponibile, il corrispettivo dichiarato l’atto non sarà visualizzato.