Politiche di inclusione per il profitto

di Chiara Basciano

scritto il

Dare spazio a dipendenti diversi tra loro, per costruire un gruppo eterogeneo, creativo e pieno di nuovi spunti.

Tenere conto delle diversità è il primo passo per creare una squadra funzionante, in cui ognuno possa portare il proprio bagaglio culturale e professionale ed arricchire in questo modo il lavoro di squadra.

=> Vai ai benefici delle diversità

Sviluppare le politiche di inclusione significa quindi avere uno sguardo lucido e moderno, lo mette in evidenza Carlos Soave, Managing Director Hays Italia, affermando «Valorizzare il proprio team con un approccio improntato alla diversità è cruciale ed è qualcosa cui dovrebbero pensare tutti i leader. Riconoscendo il valore che i singoli individui possono portare all’azienda si incoraggia anche l’innovazione: le capacità di problem solving migliorano grazie al semplice fatto che le difficoltà vengono affrontate e risolte in modo diverso».

=> Scopri come capire le differenze

Per questo già dal processo di selezione bisogna essere capaci di individuare quei talenti capaci di aggiungere qualcosa in più proprio grazie alla propria diversità. Il passaggio successivo è incoraggiare la libera espressione, in modo da garantire le differenze all’interno di un lavoro che diventerà compatto solo con la reciproca fiducia.

=> Leggi come sviluppare le politiche di inclusione

Puntare sui talenti migliori in questo senso significa garantirsi un livello di qualità maggior e rimanere perciò competitivi sul mercato. Il profitto è strettamente legato alle politiche di inclusione, bisogna ricordarselo in ogni fase organizzativa della propria azienda.