Tre errori di selezione

di Chiara Basciano

scritto il

Cosa da non fare durante la fase di selezione.

Tutto vorrebbero il lavoro ideale, ma ci sono persone che sembrano rimbalzare le proposte migliori, come se qualcosa non funzionasse il loro. Quando questo accade probabilmente si sta commettendo in errore fatale che non permette di superare la fase di selezione.

=> Vai agli errori della selezione

Gli esperti hanno individuato in particolare tre errori comuni che ostacolano la strada verso il successo. La prima è essere troppo diretti. Dire di se stessi di essere grandi lavoratori e bravi a lavorare in squadra non vale niente per i selezionatori. Piuttosto sarà molto più efficace dare esempi concreti delle proprie capacità. Insinuando le proprie capacità il selezionatore penserà di aver colto al volo l’essenza di chi si ha davanti. Questa è l’arte della persuasione, un gioco sottile che si può imparare.

=> Scopri i must have della selezione

Anche non dimostrare di voler davvero il lavoro per cui ci si sta proponendo mette il candidato in una situazione poco piacevole. Dimostrare di avere obiettivi chiari, di sentirsi già parte dell’azienda e, in generale, di avere un’idea concreta delle proprie potenzialità piacerà certamente ai recruiter.

=> Leggi sei principi della selezione

Ultimo elemento è quello di avere una visione globale dell’azienda e di capire perfettamente il lavoro che si vuole. Sapere a cosa si sta andando incontro e conoscere ogni elemento del lavoro in questione dimostra attenzione e presenza di spirito. A nessuno piacciono candidati confusi, che si presentano a caso per le posizioni aperte.