Talenti volano per la crescita del business

di Teresa Barone

scritto il

Le aziende hanno bisogno di risorse qualificate per sviluppare il business e diventare competitive.

Garantirsi talenti qualificati rappresenta non solo una priorità per la maggioranza delle aziende mondiali, ma anche una strategia efficace per far crescere il business: la pensa così l’82% dei manager HR coinvolti nel Talent Trends Report 2016, indagine promossa da Randstad Sourceright (società del Gruppo Randstad) a livello globale.

=> Attrarre talenti al femminile

La carenza di talenti incide negativamente sui costi aziendali, sul lancio di prodotti e servizi e sulla stessa leadership: un problema che riguarda il 59% delle aziende nel mondo, società che lamentano difficoltà crescenti nella ricerca di risorse qualificate.

Per le aziende promuovere investimenti mirati a reperire e fidelizzare i talenti è una strada obbligata, come sottolinea Fabio Costantini, Chief Operations Officer di Randstad. Su AdnKronos leggiamo le sue dichiarazioni:

«Ogni anno emergono nuove sfide relative alla gestione dei talenti ma anche opportunità per migliorare i processi esistenti. È ormai chiaro che le aziende devono sempre più investire in un approccio integrato che preveda una pianificazione a medio e lungo termine della gestione dei processi Hr con l’individuazione di soluzioni personalizzate. La ricerca Total Talent Trends 2016 ha l’obiettivo di presentare ai leader HR alcune tendenze del futuro per permettere loro di attrarre e trattenere i migliori talenti mantenendo competitività.»

Per quanto riguarda i trend futuri, l’85% dei responsabili delle risorse umane ritengono indispensabile puntare sulla concessione opportunità di lavoro flessibile, sull’uso degli Analytics di dati (lo ritiene necessario il 78%) e sull’innovazione tecnologica come volano per potenziare performance e produttività (ha risposto così il 74% degli intervistati).