Manager nel cambiamento

di Chiara Basciano

scritto il

Il manager come figura di riferimento nei momenti di transizione del processo aziendale.

Il manager gioca un ruolo essenziale nella crescita e nell’evoluzione dell’azienda. Le organizzazioni aziendali infatti sono fatte di diverse sezioni in continua evoluzione. I manager devono essere capaci di adeguarsi a queste evoluzioni, favorendo il cambiamento.

=> Vai a 4 tipi di leadership

Per farlo il manager deve essere un buon leader, deve pianificare il cambiamento e motivare i dipendenti a seguirlo. Ciò richiede un sistema complesso di capacità trasversali, in cui comunicazione ed empatia risultano essenziali. Durante le fasi di transizione il manager deve mostrare tutte le sue capacità di negoziazione. Negoziare coi clienti, coi partner, coi dipendenti e coi competitor.

=> Leggi i cambiamenti che fanno la differenza

Essere una figura di riferimento è particolarmente importante in questi momenti. L’azienda verrà identificata con manager stesso, quando tutto si mette in discussione infatti c’è bisogno di punti fermi a cui aggrapparsi, non solo per dare un’immagine solida dell’azienda ma anche per rassicurare i dipendenti che, in situazioni di cambiamento, temono di veder messo in discussione il loro ruolo. 

=> Scopri come gestire il cambiamento

Per questo la comunicazione appare il nodo centrale. Tenere costantemente informati i dipendenti sulle evoluzioni in modo trasparente aiuta a non vivere l’inevitabile precarietà in maniera traumatica.