Startup e assunzioni di successo

di Teresa Barone

scritto il

Come reclutare talenti qualificati fin dalla prima assunzione.

Anche per le imprese di nuova costituzione arriva, prima o poi, il momento di assumere il primo dipendente. Spesso le risorse economiche a disposizione non solo molte, tuttavia l’obiettivo primario da ottenere è il medesimo: reclutare talenti qualificati, fidati, adatti a ricoprire un determinato ruolo.

=> Non solo CV: quanto contano le soft skills?

Preparare un annuncio di lavoro efficace è il primo passo: una descrizione non ottimale può scoraggiare i candidati, soprattutto se contiene lunghe liste di responsabilità e requisiti in grado di allontanare anche le risorse più qualificate.

Puntare sul mondo digitale e sui canali social può aiutare a farsi conoscere e a offrire un’immagine dell’azienda positiva ed esaustiva, così come si rivela utile dare un’occhiata ai profili virtuali dei candidati, senza tuttavia mettere in secondo piano la conoscenza diretta e il colloquio di lavoro faccia a faccia.

Più che sulle competenze tecniche (che possono essere acquisite), inoltre, anche una giovane impresa dovrebbe focalizzare l’attenzione sulle soft skills.

=> Selezione: quanto conta il giudizio del candidato?

Il processo di intervista, infine, dovrebbe  basarsi su alcune domande determinanti e finalizzate a far emergere la personalità, il temperamento e l’intelligenza emotiva del candidato, consentendo anche a quest’ultimo di porre alcuni quesiti per verificare a quali valori dà importanza.