Leader, alias psicopatico di successo

di Teresa Barone

scritto il

Leadership e indole psicopatica spesso vanno di pari passo?

È più comune di quanto si creda intravedere tratti psicopatici nelle personalità di coloro che occupano ruoli dirigenziali, in una percentuale che varia tra il tre e il venti percento.

=> Leader si nasce o si diventa?

Lo rivela una ricerca presentata in occasione della conferenza della Australian Psychological Society, studio che ha analizzato il comportamento e le caratteristiche caratteriali di un campione di 261 professionisti arrivando a una conclusione che ha destato stupore: se solo in una percentuale bassissima della popolazione comune si possono riscontrare tratti caratteriali definibili come psicopatici, questo riscontro avviene molto spesso prendendo in considerazione i leader.

Secondo lo psicologo Nathan Brooks, uno degli autori dello studio, molti leader mostrano poca sincerità, mancanza di empatia, egoismo, superficialità, tanto da poter essere epitetati come “psicopatici di successo“.

=> Scopri il leader del futuro

Ma quanto può influire negativamente sui suoi collaboratori e sull’azienda un capo che corrisponde a questo identikit? Secondo i ricercatori potrebbe essere utile basare la selezione del personale sulle caratteristiche della personalità prima che sulle competenze, per scongiurare brutte sorprese.