Dove trovare laureati qualificati

di Teresa Barone

scritto il

La classifica del Censis dedicata agli atenei universitari italiani statali e non.

Il Censis ha pubblicato la versione 2017-2018 della classifica delle università italiane, una graduatoria puntuale e dettagliata dedicata agli atenei nazionali valutati in base ad una serie di parametri precisi: servizi, strutture, internazionalizzazione e comunicazione 2.0.

=> Mercato del lavoro e assunzioni: tutte le news

La classifica, in realtà, si snoda in una serie di liste che separano gli atenei statali da quelli non statali, tenendo conto anche della dimensione e creando alcune macro aree di riferimento.

Graduatorie diversificate, inoltre, comprendono anche le lauree triennali e quelle a ciclo unico.

Il report rappresenta non solo uno strumento utile ai giovani che stanno per scegliere il percorso universitario da seguire, ma anche una risorsa per le aziende e i datori di lavoro che hanno costantemente a che fare con Curriculum Vitae che contengono riferimenti al percorso di studi dei candidati.

=> Il lavoro dopo la laurea

Analizzando le liste, tra gli atenei “mega” il podio è occupato da Bologna per le università statali. Nel gruppo degli atenei “grandi”, Perugia e Milano Bocconi occupano i primi posti rispettivamente tra le università statali e tra quelle non statali, mentre per la dimensione “media” troviamo Siena e Roma Luiss e tra i “piccoli” Camerino e Bolzano.

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI

Guida ISEE: compilazione DSU