Il metodo RADAR per risolvere i conflitti

di Chiara Basciano

scritto il

Affrontare una situazione critica dovuta a conflitti attraverso un metodo che aiuta a focalizzarsi sul problema.

Sono molto i consigli dati dagli esperti per risolvere le situazioni di conflitto ma anche se si stratta di elementi utili tutto deve sempre partire dall’analisi del contesto. Un metodo utile ad avere un approccio concreto è il metodo RADAR. Si tratta sia di un acronimo che del modo per indicare la necessità di individuare il contesto e i relativi problemi.

=> Vai ai falsi miti dei conflitti

Relationships, aims, data, attitudes, e restrictions, vale a dire relazioni, obiettivi, dati, atteggiamenti e restrizioni, sono le parole chiave del metodo RADAR. Naturalmente ciò che mette più a rischio il contesto sono le relazioni squilibrate. Tutti i dipendenti dovrebbero riuscire a parlare apertamente, avendo la possibilità di esprimersi senza timori. Quando le relazioni sono ormai stabili può accadere che entri nel team un nuovo elemento che rischia di creare una situazioni critica. In questo caso il manager dovrà essere particolarmente attento al suo inserimento nel contesto. Come obiettivi si intende lo scontro che può crearsi tra dipendenti con obiettivi diversi. Perché ciò non accada gli obiettivi devono essere sempre chiari, prestabiliti e condivisi.

=> Scopri tre tattiche contro i conflitti

I conflitti riguardanti i dati invece possono verificarsi quando le informazioni di cui sono in possesso i dipendenti non collimano. In questo caso la situazione si risolve rendendo noti i dati a tutti, evitando che qualcosa rimanga non del tutto chiarito. Di più difficile risoluzione i conflitti creati dagli atteggiamenti. In questo caso infatti si tratta di problemi e differenze caratteriali. Bisogna essere capaci di mettersi in discussione e di voler affrontare il problema per risolvere la situazione.

=> Leggi come conoscere  conflitti

Infine le restrizioni sono quei limiti esterni che rendono impossibile la risoluzione del conflitto. Può trattarsi di una distanza fisica tra i lavoratori o da poco tempo disponibile. In ogni caso bisogna essere capaci di individuare il problema e cercare insieme di superare tali restrizioni. Tenendo conto di questi elementi si potranno risolvere tutti i tipi di conflitti, basta avere buona volontà e perseveranza.

Fonte immagine Shutterstock

I Video di PMI

Guida ISEE: compilazione DSU