Tratto dallo speciale:

Fatturazione elettronica, ESA Software in aiuto di aziende e professionisti

di Filippo Vendrame

scritto il

Da giugno 2014 è scattato il ben noto obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione. Professionisti e aziende che lavorano con la PA devono dunque adeguarsi alla nuova normativa. Per agevolarli in questo delicato passaggio è possibile utilizzare software gestionali ad hoc come quelli di ESA Software che permettono di adempiere alle nuove procedure:

  • emissione fattura in formato elettronico,
  • apposizione firma digitale,
  • trasmissione fattura alla PA tramite SdI (Sistema di Interscambio),
  • conservazione sostitutiva della fattura.

All’interno del gestionale, attraverso il nuovo moduloFatturazione Elettronica”, è possibile reperire e memorizzare le informazioni necessarie e obbligatorie ai fini della emissione, trasmissione e gestione della fattura (Codice IPA, Codici CIG e CUP…). Le fatture devono quindi essere trasformate in un file in formato XML (eXtensible Markup Language) non contenente macroistruzioni o codici eseguibili che possano modificare i dati in esse inseriti /rappresentati: ebbene, il modulo “Fatturazione Elettronica” produce in automatico il file XML richiesto. Oltre a questo, introduce controlli formali per garantire che la fattura sia conforme a quanto richiesto per la trasmissione al Sistema di Interscambio: per esempio che il nome del file sia corretto, che la dimensione sia quella consentita, che non abbia subito modifiche successive all’apposizione della firma, che la medesima sia valida e che la fattura in questione non sia già stata trasmessa ed elaborata o altro.

La normativa per la fatturazione elettronica prevede che le Partite IVA possano avvalersi anche di intermediari. Tuttavia i clienti ESA, oltre al nuovo modulo del gestionale, possono usufruire di un servizio particolare, il “Service Web FatturaPA” –  soluzione Web che consente di trasformare in XML, inviare e conservare le fatture elettroniche emesse nei confronti delle PA – a cui demandare le ulteriori fasi del processo.

Tramite interfaccia, per l’utente è possibile ricercare e consultare lo stato delle fatture elettroniche emesse; visualizzare e modificare i propri dati anagrafici; visualizzare dati statistici e contatori utili per il controllo della propria posizione contrattuale; far accedere via web operatori a diversi livelli per consentire l’accreditamento, la gestione, il monitoraggio.

In sintesi, “Service Web Fatture PA” permette in sintesi la creazione delle Fatture Elettroniche in formato XML standard da interfaccia WEB e l’invio al servizio delle fatture in formato XML prodotte dal gestionale. Dunque, uno strumento dedicato a PMI e Professionisti che hanno bisogno di produrre, inviare e conservare le proprie fatture e parcelle elettroniche verso la PA; Studi di Commercialisti, Avvocati e Consulenti del Lavoro che vogliono fornire ai propri clienti il servizio di gestione delle fatture elettroniche verso la PA (intermediari); aziende e Partite IVA che necessitano della sola conservazione.