Tratto dallo speciale:

Scadenze fiscali di novembre 2015

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Costeranno 53,5 miliardi di euro le scadenze fiscali di novembre per dipendenti, autonomi, imprese, società di capitali e sostituti d’imposta tra IVA, acconto IRPEF, addizionali IRPEF, IRAP, IRES, Canone RAI, ritenute d’imposta e così via: ecco le date da segnare sul calendario.

Numerose, forse troppe, le scadenze fiscali di novembre, tra IVA, acconto IRPEF, addizionali IRPEF, IRAP, IRES, Canone RAI, ritenute d’imposta e così via. Nel complesso si stimano entrate per l’Erario pari a 53,5 miliardi di euro. Riassumiamo di seguito l’elenco delle scadenze fiscali che vedono interessati in questo mese lavoratori dipendenti, autonomi, imprese, società di capitali e sostituti d’imposta.

=> Scadenze fiscali: IVA, IRAP e UNICO 2015

2 novembre

Il 2 novembre è la data entro la quale:

  • i contribuenti IVA che hanno realizzato nel primo, secondo o terzo trimestre del periodo d’imposta di riferimento un’eccedenza di imposta detraibile superiore a 2.582,28 euro e che vogliono il rimborso o la compensazione di questa somma devono presentare il modello TR;
  • i sostituti d’imposta devono inviare all’Agenzia delle Entrate il modello “UNIEMENS” relativo ai dati contributivi e retributivi;
  • va versata la tassa automobilistica per autoveicoli il cui periodo di validità è scaduto nel mese di settembre;
  • gli autotrasportatori devono presentare la dichiarazione per ottenere il rimborso maggiori oneri conseguenti alle variazioni dell’aliquota di accisa sui quantitativi consumati nel III trimestre 2015;
  • va inviata la comunicazione alle Entrate delle annotazioni effettuate nei registri IVA nel mese di ottobre relativamente agli acquisti effettuati da San Marino.

3 novembre

Entro il 3 novembre va versata l’ultima rata annuale del canone RAI nel caso in cui si sia scelto di dilazionare il pagamento.

=> Leggi come cambierà il canone RAI dal 2016

10 novembre

Entro la data del 10 novembre i CAF ed i professionisti abilitati sono chiamati a consegnare al dipendente o pensionato del modello 730 integrativo ed il prospetto di liquidazione e a comunicare al sostituto il risultato finale della dichiarazione. Stessa scadenza per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati 730/2015 e modelli 730-4 integrativi.

16 novembre

Il 16 novembre sarà forse la data più pesante per i contribuenti italiani, essendo la scadenza fiscale per il versamento:

  • delle ritenute IRPEF per lavoratori dipendenti e collaboratori;
  • dei contributi previdenziali e assistenziali per lavoratori dipendenti e collaboratori;
  • dell’IVA relativamente al mese di ottobre, nel caso di contribuenti che liquidano l’imposta mensilmente;
  • dell’IVA terzo trimestre, per i contribuenti che liquidano l’imposta ogni tre mesi;
  • della terza rata contributi INPS su minimale per commercianti e artigiani.

21 novembre

Il 21 novembre rappresenta il termine ultimo per presentare richiesta ad Equitalia di una nuova dilazione delle somme non versate.

=> Cartelle Equitalia a rate: tutte le nuove opportunità

25 novembre

Entro il 25 novembre i contribuenti operatori intracomunitari tenuti alla presentazione mensile dovranno inviare gli elenchi riepilogativi INTRASTAT relativi alle cessioni e/o agli acquisti e prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese di ottobre.

30 novembre

Entro il 30 novembre va inoltre liquidato il secondo acconto di IRPEF, IRAP E IRES rispettivamente da parte di persone fisiche, imprese, società di capitali, società cooperative e società di mutua assicurazione.

=> Voluntary disclosure: proroga e rischio coperture

Il 30 novembre rappresenta inoltre il termine ultimo, per coloro che detengono attività finanziarie o patrimoniali all’estero non dichiarate al Fisco, per la presentazione telematica del modello per la richiesta di adesione alla Voluntary Disclosure in materia fiscale al fine di regolarizzare le violazioni commesse fino al 30 settembre 2014.

I Video di PMI

Guida alla lettura della busta paga