Lotta all’evasione fiscale: conti correnti ai raggi X

di LavoroImpresa

scritto il

Italiani sempre più nudi di fronte al Fisco. Dopo aver sperimentato lo spesometro (<= leggi i dettagli), il redditometro (<= vai allo speciale) e il limite all'uso del contante a passare ai raggi X sono le operazioni bancarie disposte dai contribuenti: accrediti, addebiti, acquisto e vendita di titoli, quote di fondi di investimento, certificati di deposito, carte di debito e di credito e acquisto e vendita di oro e metalli preziosi. Insomma tutto: sia operazioni di pochi spiccioli; sia grossi movimenti di capitale.

Controllo sui conti correnti => Vedi le comunicazione al Fisco

Dal prossimo 31 ottobre saranno parecchi i report che le banche e gli operatori finanziari dovranno presentare all'Agenzia delle Entrate e che rappresentano l'ennesima arma sguainata per contrastare l'evasione fiscale. Si tratta sostanzialmente di comunicazioni obbligatorie contenenti i dati contabili relativi all'anno scorso.

Evasione fiscale => Scopri le misure di contrasto

La situazione è altamente preoccupante: i documenti rimarranno nelle mani del Fisco per almeno cinque anni e saranno consultabili in qualsiasi momento dai detective. E se qualcosa non dovesse quadrare gli 007 del Fisco potranno richiedere alle banche un'integrazione analitica della documentazione inviata.

La cosa preoccupante non è il semplice fatto di doversi mettere a nudo di fronte all'Agenzia delle Entrate ma c'è piuttosto il rischio oggettivo che, nelle numerose rielaborazioni di tali informazioni, qualcosa potrebbe sfuggire di mano. E finire in soggetti che, con quei dati, possano farne un uso fraudolento. E siccome la storia ci ha mostrato, e continua a mostrarci, numerose imprecisioni, migliaia di inadempienze e centinaia di errori, c'è veramente da preoccuparsi.

Senza contare che lo scostamento tra quello che si spende e quello dichiarato può costituire motivo induttivo di accertamento, l'apertura di un fascicolo, la richiesta coattiva di chiarimenti fino ad arrivare all'apertura di controlli sul totale della situazione patrimoniale. Come fare, allora, a evitare tutto questo? È sufficiente chiudere il conto corrente bancario e conservare le banconote sotto il materasso.