Tratto dallo speciale:

Pro e contro del coworking nel post-Covid

di Redazione PMI.it

scritto il

Come sfruttare le potenzialità dell’ufficio condiviso nel post Covid: pro e contro, consigli pratici e strategie per vivere al meglio il modello coworking.

Realtà in via di diffusione su tutto il territorio italiano, e non solo tra liberi professionisti o startup, il coworking appare in tempo di Covid una valida alternativa al classico ufficio aziendale, con tutte le tutele obbligatorie del caso.

Ad optare per questa alternativa, tra l’altro, sono anche molte imprese consolidate, magari affiancandolo in maniera flessibile allo smart working. Oltre a sgravare il datore di lavoro da costi di gestione e protocolli di sicurezza questo modello operativo comporta un ambiente informale, dunque più stimolante.

Per certi versi, un momento di transizione dopo i lunghi mesi di smart working (o meglio, remote working) confinati a casa per via del lockdown. In questo senso, il ricorso a strutture di coworking può essere una soluzione temporanea in vista di un ritorno al classico ufficio, magari quando avremo il vaccino per il Coronavirus e l’idea di tornare alla sede aziendale metterà meno ansia.

Pandemie a parte, tra i vantaggi vi è la possibilità di vivere gomito a gomito con altre realtà, capaci magari di trasmettere nuova energia, con la possibilità ulteriore di creare e fare rete. Ma il coworking offre anche uno sguardo sempre aggiornato sulle novità del mercato, ospitando al suo interno realtà dinamiche ed emergenti. Tra gli svantaggi, invece, spicca il rischio di perdere riservatezza ma anche identità e cultura aziendale.

Tra i consigli per vivere al meglio il coworking c’è la necessità di scegliere uno spazio in cui ci siano realtà con obiettivi affini o perlomeno compatibili, ma anche quello di non farsi distrarre, impostando una routine quotidiana. Importante però non isolarsi, partecipando alle attività del coworking e cercando di costruire una rete.

=> Manager: il coworking è un'opportunità

In alcuni casi ci vorrà del tempo per individuare lo spazio migliore all’interno dello stesso coworking, allora è bene prendersi del tempo per sperimentare le varie postazioni. Infine, la dirigenza dovrà stare bene attenta a non perdere il polso della situazione, creando un team compatto anche se dislocato, attraverso riunioni ed incontri mensili.

I Video di PMI

Decreto Agosto: misure per le imprese