Tratto dallo speciale:

ISEE 2021 entro gennaio per non perdere l’RdC

di Redazione PMI.it

scritto il

RdC e pensione di cittadinanza: nuova DSU ai fini ISEE entro gennaio per non perdere la continuità nel pagamento della prestazione.

Scadenza importante a fine gennaio per coloro che percepiscono il Reddito di Cittadinanza: devono presentare una nuova DSU (Dichiarazione sostitutiva unica), per ottenere l’ISEE 2021, in caso contrario perdono la continuità nel pagamento della prestazione. Lo sottolinea l’INPS, ricordando che la dichiarazione ISEE ha validità fino al 31 dicembre dell’anno in cui è stata presentata. L’adempimento riguarda naturalmente anche i beneficiari della pensione di cittadinanza.

La mensilità di gennaio viene comunque pagata, perché si riferisce al mese di dicembre 2020, per ricevere quelle successive è invece necessario presentare la nuova dichiarazione ISEE.

A partire dal mese di febbraio 2021, spiega l’INPS, «il calcolo dei redditi e pensioni di cittadinanza sarà riferito alle DSU valide del mese di gennaio 2021 e sarà quindi necessario disporre di un ISEE aggiornato. In presenza dei presupposti di legge, il nucleo potrà presentare la DSU per ISEE corrente previa presentazione della DSU per ISEE ordinario».

L’ISEE corrente, lo ricordiamo, serve a certificare una variazione rilevante della situazione economica (ad esempio, la perdita del lavoro), correggendo quindi l’ISEE corrente. che però va in ogni caso presentato (e farà poi parte della documentazione necessaria per ottenere l’aggiornamento dell’ISEE corrente).

=> ISEE: guida alle agevolazioni spettanti

Le DSU che vengono presentate a partire dal primo gennaio danno diritto all’ISEE 2021, che è valido fino alla fine del prossimo mese di dicembre. E sottolinea che il rinnovo dell’ISEE non è necessario solo per continuare a percepire il Reddito di Cittadinanza, ma anche tutte le altre prestazioni assistenziali e bonus che lo richiedono.

I Video di PMI