Tratto dallo speciale:

Settimana del Lavoro Agile: modelli e progetti in campo

di Teresa Barone

scritto il

Seconda edizione della Settimana del Lavoro Agile promossa dal Comune di Milano: tutte le modalità per aderire.

Al via a Milano la Settimana del Lavoro Agile (dal 21 al 25 maggio 2018), promossa dal Comune del capoluogo lombardo per dare spazio alle nuove modalità di lavoro basate sulla flessibilità e ai progetti concreti di welfare a favore dei lavoratori.

Alla Settimana del Lavoro Agile sono presenti imprese, enti pubblici, università, studi professionali e associazioni chiamate a partecipare in varie modalità:

  • sperimentazione del lavoro agile, offrendo la possibilità ai dipendenti di usufruire per uno o più giorni di modalità di lavoro agile (lavoro da sedi diverse da quell’abituale o presso postazioni di coworking o beneficiando di flessibilità oraria;
  • organizzazione di un evento, in autonomia o insieme ad altre aziende/enti;
  • adozione di un’impresa o di un ente proponendosi come azienda con esperienza di lavoro agile;
  • facendosi adottare da una delle aziende disponibili.

Ad oggi sempre più numerose sono le aziende e le istituzioni che adottano il Lavoro Agile e, più in generale, politiche di flessibilità oraria e di welfare, favorendo sempre di più la conciliazione vita lavoro per donne e uomini che lavorano in realtà professionali sempre più articolate e in contesti urbani ad alta complessità.

Il Lavoro Agile diventa quindi una incredibile opportunità per lavoratori e aziende perché consente di lavorare meglio e con una migliore qualità della vita, salvaguardando l’ambiente a beneficio di tutti.