Regime dei Minimi per nuove Partite IVA

di Roberto Rais

scritto il

Probabilmente pochi saranno rimasti sorpresi, ma secondo gli ultimi dati diffusi pochi giorni fa dal ministero dell’Economia sulle nuove aperture di partite IVA a giugno, 8.165 soggetti hanno aderito al regime dei minimi, e 3.796 al regime forfettario. In pratica, su quasi 12 mila adesioni ai regimi agevolati, in quasi sette casi su dieci si è preferito scegliere i minimi, regime che la legge di conversione del Milleproroghe ha avuto modo di prorogare per tutto il 2015. Sempre secondo i dati ministeriali, l’incremento rispetto allo stesso mese del 2014 sarebbe stato pari al 5%, e ripete pertanto quello del mese di maggio. Viene altresì evidenziato che subito dopo il commercio, il maggior numero di partite IVA è stato aperto in agricoltura, e in particolar modo al Sud e sulle Isole. Mentre è positivo il bilancio delle aperture nei settori della sanità e delle attività artistiche, si registra una flessione nel settore dei servizi di informazione e delle attività professionali.

=> Partite IVA: avanza il nuovo Regime dei Minimi

Per quanto attiene le ripartizioni geografiche, come prevedibile è nelle regioni settentrionali che si è concentrato il grosso delle aperture (40%), precedendo Sud e Isole con il 38%, e Centro con il 22%. Tuttavia, attenzione: se si leggono i dati sui maggiori incrementi rilevati dal ministero sullo stesso mese dell’anno scorso, le regioni più dinamiche sono proprio quelle meridionali. Allo stesso modo, considerando i numeri per categoria di soggetto che ha aperto la partita IVA, è interessante analizzare i saldi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Dunque, le persone fisiche aumentano del 4,6%, le società di capitali del 10,8% (probabilmente in virtù delle nuove norme sulle Srl semplificate), mentre calano del 10,2% le società di persone. Stabile invece la ripartizione per sesso, con il 63,2% delle nuove partite IVA aperto da uomini. In particolare, cresce la quota dei giovani fino a 35 anni (46,2%) e soggetti tra i 36 e i 50 anni.

I Video di PMI