Social media e aziende

di Rosanna Marchegiani

scritto il

I social media, ed in particolare i social network, possono rappresentare degli strumenti potenzialmente molto utili per le imprese. Essi possono essere impiegati dall'azienda per far conoscere la propria attività o per generare fiducia

Forum, wiki, blog, podcast, social network sono termini oramai entrati nel linguaggio comune. I social media, o rete sociale, non sono altro che una rete che si forma tra un gruppo di persone legate da rapporti di lavoro, amicizia, da interessi comuni o da una semplice conoscenza casuale.

Oggi il web è soprattutto conversazione: quello che un tempo si faceva in piazza, al bar, dal negoziante sotto casa. Ma quale ruolo possono avere i social media per le imprese?

Nick Earle, senior vice president Cisco Services afferma: «L’avvento del consumatore sempre connesso sta modificando sensibilmente lo scenario di mercato per le imprese, creando nuove forme di business alimentate dalle persone, in cui il social networking e le tecnologie che permettono di collaborare incrementano la produttività in un modo senza precedenti, e cambiano in modo radicale i modelli di leadership».

Sempre secondo Nick Earle, ad avvantaggiarsi maggiormente dei social networking saranno quelle aziende che sapranno progettare una architettura IT basata sulla collaborazione, in grado di supportare l’utilizzo di tali tecnologie mitigandone al tempo stesso, i rischi.

I nuovi mezzi offerti dalla rete possono rappresentare degli strumenti potenzialmente molto utili per le imprese a patto di saperli utilizzare. Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube, Flickr, sono solo alcuni dei tanti luoghi virtuali che l’azienda può impiegare per far conoscere la propria attività, per generare fiducia e da questa ottenere una crescita delle vendite.
Sono proprio i social networking, infatti, i social media maggiormente utilizzati dalle aziende.

La metà degli utilizzatori di Twitter e un terzo di quelli di Facebook, affermano di essere stati in contatto con un brand e ciò evidenzia le grandi potenzialità di tali strumenti. Inoltre, il 75% dei navigatori è favorevole alla presenza dei brand nei social media e la percentuale sale all’85% se parliamo di utenti al di sotto dei 35 anni di età.

In genere i vantaggi principali che i social media offrono sono il miglioramento della notorietà e della reputazione della marca e un maggior coinvolgimento dei clienti. Meno significati sono, nella maggior parte dei casi, i vantaggi in termini di vendite.

Ma affinché i contatti si traducano in un miglioramento dell’immagine dell’azienda e in nell’instaurarsi di un rapporto di fiducia con i consumatori, occorre evitare di considerare i social network solamente come un luogo per veicolare i propri messaggi commerciali. La parola d’ordine, invece, deve essere “ascoltare”, riuscire a creare un dialogo con gli utenti.

Quello che però spesso si osserva nelle aziende italiane è la mancanza di un piano per gestire l’impiego dei social media in modo da poterne trarne degli effettivi benefici. In particolare, la sicurezza e il timore di un calo della produttività sono gli ostacoli che si incontrano maggiormente nell’utilizzo dei social media, mentre nelle imprese di piccole dimensioni la carenza di adeguate conoscenze relative agli strumenti da impiegare e un giusto approccio culturale sono spesso le difficoltà maggiori da affrontare.

I Video di PMI