3 tecniche di persuasione efficaci

di Redazione PMI.it

scritto il

Quali sono i trucchi per convincere il proprio staff e far accettare anche i cambiamenti non proprio vantaggiosi? Ecco come essere persuasi.

Per essere influenti e convincenti non è sufficiente elencare puntualmente tutti i vantaggi e gli aspetti positivi di un progetto, di un’iniziativa o di un investimento. L’arte della persuasione, infatti, non si basa sulla sola ragione e i meccanismi che la regolano sono complessi.

=> Scopri come sollevare il morale del team senza incentivi economici

Secondo numerose ricerche, infatti, la capacità persuasiva del leader si misura analizzando la struttura del messaggio che diffonde, non il contenuto fine a se stesso che da solo non è in grado di comunicare efficacemente ottenendo il consenso degli interlocutori.

=> Leggi come restare motivati dopo l’entusiasmo iniziale

Ecco tre strategie efficaci per diventare più influenti:

1. Sfruttare l’opinione comune: fare leva su ciò che pensa la maggioranza per ottenere il consenso di tutti. Per far cambiare idea ai collaboratori che si mostrano restii riguardo una nuova procedura, ad esempio, è utile rendere noto che la maggior parte dei dipendenti, in altri ambiti, ne ha tratto vantaggio.

2. Dare prima di ricevere: secondo gli psicologi quando si dà qualcosa agli altri, questi sono più inclini a ricambiare. Questa strategia potrebbe essere usata per far accettare ai dipendenti un cambiamento non proprio positivo, magari incentivandoli precedentemente con gratifiche e bonus.

3. Illustrare le possibili perdite, non i guadagni: per influenzare i propri interlocutori è utile mostrare loro le eventuali perdite causate dalla non adesione a un nuovo progetto piuttosto che i vantaggi dello stesso.