Dipendenti felici? I profitti aumentano

di Redazione PMI.it

scritto il

Alcune strategie efficaci per rendere i dipendenti sempre produttivi favorendo la crescita dei profitti aziendali.

Il successo di un’azienda dipende dai suoi lavoratori: una regola dimostrata da molteplici studi che non dovrebbe essere mai sottovalutata dai responsabili delle risorse umane, che per garantire la crescita dei profitti non dovrebbero mai perdere di vista la soddisfazione personale e il livello di felicità dei dipendenti.

=> Scopri le strategie per rendere felici i dipendenti

Ecco alcuni suggerimenti per favorire il benessere del personale tratti dal manuale di Noelle Nelson, “Make More Money By Making Your Employees Happy”, dedicato proprio alle strategie più efficaci per far si che la felicità dei lavoratori sia alla base della crescita aziendale.

Fornire una direzione chiara: i dipendenti devono conoscere con certezza i propri doveri e che cosa ci si aspetta da loro.

Fornire risorse adeguate: per garantire il pieno svolgimento delle mansioni dei dipendenti, allontanando possibili insoddisfazioni e frustrazioni, è indispensabile assicurarsi ch abbiano strumenti e formazione adeguata.

Focalizzare l’attenzione sui problemi e non sulle colpe: i fallimenti sono inevitabili, ma è preferibile concentrarsi sulle cause piuttosto che sugli errori compiuti dai dipendenti, sforzandi di valorizzare il loro lavoro.

Informare i dipendenti sull’andamento dell’azienda, preferendo l’invio di feedback regolari alla trasmissione de bilancio aziendale di fine anno.

Valorizzare i talenti evitando di “punire” le eccellenze, anche solo attraverso sovraccarichi di lavoro.

Curare l’ambiente di lavoro, facendo in modo che si respiri un clima informale e un’atmosfera piacevole, incentivando le relazioni.

=> Scopri come incentivare il team di lavoro

Promuovere l’apprendimento e la formazione, parole chiave per evitare che i dipenenti diventino progressivamente improduttivi.

Promuovere la conciliazione tra lavoro e famiglia, con orari flessibili e altre forme di “work-life balance” mirate a migliorare i benessere dei dipendenti.