Sicurezza sul lavoro e ruolo dei dirigenti

di Redazione PMI.it

scritto il

La collaborazione tra dipendenti e manager è decisiva per garantire buone pratiche di salute e sicurezza sul lavoro in azienda.

Il ruolo dei dirigenti nel promuovere la sicurezza sul lavoro è fondamentale, soprattutto se alla base della tutela dei lavoratori vi è proprio la stretta collaborazione tra i vertici aziendali e gli stessi dipendenti.

Un concetto che è stato ribadito nel corso dell’undicesima edizione del “Premio europeo per le buone prassi” nell’ambito della sicurezza e della salute sul lavoro organizzato dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA), evento che ha coinvolto numerose aziende attive nei paesi della UE e anche extra UE.

La comunicazione e l’interazione tra i dirigenti e i dipendenti è quindi decisiva per mettere in atto adeguate politiche di prevenzione in materia di salute in azienda, tanto che secondo gli esiti di una ricerca presentati dall’Agenzia EU-OSHA ammonta al 78% la percentuale dei lavoratori che ha piena fiducia nelle capacità del management di gestire le problematiche inerenti la sicurezza sul lavoro.

=> Scopri il nuovo codice comportamentale per i dirigenti pubblici

Una media che, tuttavia, si abbassa in ambito italiano, dove solo sette dipendenti su dieci confidano nei propri dirigenti. A ricevere il premio sono state anche numerose piccole e medie imprese, segno evidente che le buone pratiche di prevenzione e sicurezza a favore dei lavoratori possono essere anche adottate all’interno di contesti medio piccoli, a prescindere dalle dimensioni aziendali, concetto precisato anche da László Andor, commissario responsabile di occupazione, affari sociali e inclusione.

=> Scopri perché gli stipendi dei dirigenti resistono alla crisi

«Vorremmo dimostrare che le idee e i concetti elaborati dai vincitori possono essere adeguati a diversi settori e stati membri nonché a organizzazioni di tipi e dimensioni differenti. La raccolta delle soluzioni innovative e delle migliori pratiche in Europa dovrebbe anche aiutarci nell’intento di sviluppare ulteriormente le politiche in materia di salute e sicurezza per il futuro.»