Il grande leader comunica con le mani

di Teresa Barone

scritto il

Leadership e linguaggio non verbale: ecco il potenziale comunicativo delle mani e cosa si cela dietro i gesti più comuni.

Quanto è importante il linguaggio non verbale per affermare e rafforzare la propria leadership? Le persone che comunicano anche attraverso i gesti sono spesso percepite come positive, attive e appassionate, i grado di coinvolgere e attirare consensi.

=> Scopri di più sulla comunicazione sul lavoro

La comunicazione passa anche attraverso il linguaggio del corpo e sono le mani, in primis, a svolgere un ruolo chiave: ciascun movimento, anche il più comune e spontaneo, può veicolare infatti un messaggio preciso. Che sia illustrativo o enfatizzante, il gesticolare del leader deve basarsi su alcune regole precise: 

Palmo aperto tanto fa formare un angolo di 45 gradi: questo gesto indica apertura e aiuta a trasmettere disponibilità.

Palmo rivolto verso l’alto: come nel caso precedente questa posizione sottolinea accoglienza e desiderio di promuovere una comunicazione bidirezionale, favorendo il dialogo con l’interlocutore.

Palmo rivolto verso il basso: gli esperti consigliano di girare le mani verso il basso quando si desidera sottolineare la propria sicurezza in merito alle parole che si stanno pronunciando.
Palme verticali: questo gesto può essere utile per dare enfasi alle parole.

Pugni chiusi: stringere le mani durante una conversazione indica spesso uno stato di rabbia e di frustrazione, ma può anche comunicare l’impegno nel perseguire una causa, nel portare a termine un progetto.

Dito puntato: generalmente utilizzato per richiamare l’attenzione su un monito, su un rimprovero o avvertimento, questo gesto può anche essere percepito come la perdita di controllo da parte del leader sottolineando un atteggiamento eccessivamente autoritario.

=> Scopri l’importanza di usare le parole giuste

Mani sui fianchi: è uno dei gesti comunemente utilizzati per comunicare un atteggiamento di sfida.

Mani nascoste: chi parla dovrebbe fare in modo che le mani siano sempre visibili, evitando di coprirle ed essere percepito come poco affidabile.