La routine serale che rende produttivi

di Teresa Barone

scritto il

E se la giornata iniziasse nel momento in cui si va a dormire? Ecco come diventare più produttivi impostando una corretta routine serale.

La maggior parte degli esperti in strategie per potenziare la produttività sul lavoro suggeriscono di alzarsi presto ogni mattina, sfruttando l’intera giornata e approfittando proprio delle prime ore per garantire efficienza e concentrazione.

=> Scopri perché il successo si vede dal mattino

Una teoria non sempre facile da rispettare, infatti posizionare la sveglia molto presto non è sufficiente per diventare più produttivi, tanto che la routine ideale dovrebbe essere impostata già dalla sera prima.

Il primo passo da compiere per creare una nuova sequenza di abitudini che consenta di trarre vantaggio dalle prime ore della giornata impone un radicale cambiamento di mentalità: anche il sonno dovrebbe essere visto come un elemento attivo, e lo stesso dormire dovrebbe rappresentare l’inizio della giornata seguente.

Concedersi un sonno ristoratore è quindi determinante, così come regolare le attività serali in modo da non dover rinunciare al riposo. Spesso, tuttavia, a rendere faticosa la sveglia mattutina non è la stanchezza ma l’idea di dover affrontare un compito arduo, per questo è preferibile organizzare il lavoro già dal giorno prima ottimizzando tempo e risorse.

=> Leggi quante ore dormire per una giornata produttiva

Sono in molti a sostenere, infine, che per staccare la spina e dedicarsi completamente al relax serale sia necessario letteralmente spegnere tutti i dispositivi tecnologici che tengono “connessi” al mondo esterno, un’operazione che dovrebbe essere eseguita almeno 90 minuti prima di andare a dormire proprio per evitare una sovra-stimolazione che renderebbe difficile il riposo e la riconquista delle energie necessarie per affrontare la giornata.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!