Ottimizzare le energie per produrre di più

di Teresa Barone

scritto il

Qual è il tuo potenziale energetico ottimale? Ecco perché è importante scoprirlo, e sfruttarlo senza strafare.

Lavorare sfruttando al massimo il proprio potenziale aiuta a migliorare efficienza e produttività, tuttavia superare questa soglia può avere conseguenze spiacevoli.

=> Scopri tutti i colori della produttività

A dimostrarlo sono molteplici studi e ricerche condotte a livello internazionale, come conferma il recente report “Leadership Pulse” elaborato trimestralmente dalla School of Business dell’Università della California.

Secondo l’indagine, infatti, su un campione di 540 manager e imprenditori il 61% afferma di lavorare al di sotto del proprio livello ottimale di impegno, mentre il 21% ammette di superarlo abbondantemente e il 18% di tenersi al di sotto della soglia.

I ricercatori, tuttavia, sottolineano come solo l’ottimizzazione delle risorse energetiche porti al potenziamento delle proprie prestazioni professionali, pertanto oltrepassare tale limite non solo provoca stress ma aumenta anche la probabilità di commettere errori.

=> Scopri l’identikit del capo perfetto

Lavorare al di sotto del proprio potenziale, invece, spinge a evitare qualsiasi sfida impedendo la crescita professionale. Spetta ai manager, inoltre, “misurare” le proprie risorse energetiche e quelle dei dipendenti, unica strategia utile per migliorare la produttività.

 

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti