La calma è la virtù dei manager di successo

di Teresa Barone

scritto il

Consigli e strategie per mantenere la calma, gestire la tensione e abbassare il livello di stress.

La capacità di gestire le proprie emozioni e mantenere la calma anche sotto pressione appartiene al 90% dei cosiddetti top performer, qualità propria delle persone di successo che riescono a ottenere sempre risultati ottimali e gestire le eventuali criticità.

=> Scopri le qualità per affrontare i cambiamenti

Secondo una nuova ricerca condotta dall’Università della California, tuttavia, lo stress può favorire la concentrazione e la memoria solo se si presenta con “intermittenza”, mentre risulta molto dannoso se rappresenta un tormento costante. Lo sanno bene i grandi manager chiamati a risolvere problemi e prendere decisioni ogni giorno, capaci però di non farsi prendere dall’ansia e rimanere lucidi anche sotto pressione.

Ma qual è l’atteggiamento mentale che favorisce la calma e allontana lo stress negativo? Innanzitutto è utile formulare pensieri positivi anche quando le circostanze sembrano non volgere a proprio favore, evitando di stressarsi inutilmente con dubbi e perplessità improduttive.

Per abbassare la tensione è indispensabile interrompere periodicamente il lavoro e, soprattutto, imporsi pause regolari dalla tecnologia. Anche limitare l’assunzione di caffeina aiuta a mantenere la calma, sostanza che stimola la produzione di adrenalina favorendo l’attività ma, allo stesso tempo, impedendo al pensiero razionale di avere la meglio sull’impulsività.

Il sonno, inoltre, rappresenta un altro ingrediente indispensabile per favorire la distensione dei nervi, essenziale per ricaricarsi e incentivare autocontrollo, attenzione e memoria. 

=> Leggi i consigli per motivare i dipendenti

Fondamentale, infine, è non tentare di affrontare tutti gli impegni e le sfide quotidiane in completa solitudine: per restare calmi e produttivi, infatti, è necessario riconoscere le proprie debolezze, chiedere aiuto quando se ne ha bisogno e delegare il più possibile riponendo la fiducia nei collaboratori più fidati.