La base del business plan

di Chiara Basciano

scritto il

Analizzare il mercato per costruire un business plan di successo.

Ogni buon business plan che si rispetti deve avere una base solida, fatta di dati e di ricerche accurate. Per questo non può mancare l’analisi di mercato. Per redigerne una fatta come si deve di solito ci si rivolge ad esperti, in ogni caso è bene sapere che serve per inquadrare l’ambiente di collocamento e di lavoro dell’impresa.

=> Vai ai consigli per il business plan

La sua forza sta nel sapere inquadrare in maniera dettagliata tutti i soggetti che verranno a contatto con l’impresa. Vale a dire i clienti, i fornitori, i concorrenti e gli intermediatori finanziari. Deve essere sempre introdotta da una premessa, utile per dare una visione d’insieme, che però va redatta alla fine, in modo da tener conto di tutti i dati rilevati. In questa non possono mancare la forma giuridica ed il settore operativo di appartenenza dell’azienda.

=> Scopri cosa fare prima del business plan

Si passa poi all’idea imprenditoriale, esposta in modo da dimostrare l’innovatività del progetto ed il contesto in cui si intende agire. Dovrà essere evidenziato il target di riferimento, e non dovrà mancare una stima dell’incremento di fatturato atteso oppure del numero di unità di prodotto vendibili.

=> Leggi le regole per il business plan

Infine deve essere fornita una lista di servizi e prodotti offerti. In questa sezione verranno analizzate le caratteristiche fisiche del prodotto, le possibilità di impiego, i punti di attrattiva e l’evoluzione precedente e futura del prodotto offerto.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari