Stretta di mano di successo

di Teresa Barone

scritto il

Quando, come e con quali accortezze deve svolgersi una stretta di mano in ambito lavorativo e non solo.

La stretta di mano rappresenta un biglietto da visita importante, spesso l’unico contatto fisico consentito in ambito professionale e considerato come rivelatore di carattere, personalità, professionalità.

=> Guida alla postura corretta per comunicare

Una buona stretta di mano viene infatti giudicata positivamente, ma quali sono i canoni da rispettare? Quali i limiti da non superare?

In primis, è necessario porgere la mano da stringere con il pollice aperto e rivolto verso l’alto, stringendo la mano del proprio interlocutore in modo fermo e deciso senza tuttavia prolungare il contatto per più di 3 secondi, accompagnando questo gesto con il mantenimento del contatto visivo.

La stretta di mano è necessaria non solo quando si conosce qualcuno per la prima vota ma anche in altre occasioni: un scambio di auguri, un saluto al termine di un incontro di lavoro o di una riunione, un incontro con una persona che non si vede da molto tempo.

=> Donne manager: l’importanza della stretta di mano

È buona educazione, comunque, stringere sempre la mano di qualcuno che tende la sua per primo, evitando fraintendimenti e imbarazzi.