Vero leader o semplice capo

di Teresa Barone

scritto il

Non tutti i capi sono leader: differenze e strategie per guidare una squadra con successo.

Come definire un buon capo e un leader efficiente? Sono due ruoli solo apparentemente sovrapponibili, tuttavia non sempre chi riveste un ruolo di comando è dotato delle virtù che caratterizzano la leadership.

=> Manager, i peggiori errori di gestione del team 

Si è spesso abituati a immaginare un capo come un dispensatore di ricompense o punizioni finalizzate a ottenere un determinato obiettivo, mentre il leader è percepito come un motivatore, un coach, capace di insegnare e formare.

Non sempre, infatti, i lavoratori vedono il loro boss come una figura positiva e in grado di infondere fiducia, percependolo come inavvicinabile: il leader capace, invece, è solitamente disposto a lavorare fianco a fianco con la sua squadra, riesce a condividere gli obiettivi e i successi, è abituato a prendere in considerazione diversi punti di vista quando deve prendere una decisione.

=> Team manager: una vera guida 

Talvolta, osservare bene ciascun collaboratore e valutare il suo livello di soddisfazione, aiuta a capire se il capo può essere definito un vero leader.