Sviluppare una vision

di Chiara Basciano

scritto il

Allargare il business plan con domande creative.

Mettere nero su bianco il potenziale di un affare aiuta a chiarirsi le idee. Ma i calcoli economici, i grafici, i preventivi, non sono tutto. I manager di successo si distinguono per una capacità più larga. Gli affari che funzionano davvero infatti sono partoriti da una menta appassionata, capace di avere un vision ben definita.

=> Scopri le parole chiave della leadership

Se il business plan risponde a domande pratiche il manager dovrà essere capace non solo di rispondere ad esse ma di farsi anche un altro tipo di domande. Cosa mi spinge ad intraprendere questo business, quali ostacoli potrei incontrare e come li supererei? Sono due delle domande che presuppongono una vision. Alla base del business c’è un’idea e il manager deve essere sicuro di essa tanto di sentire di perdere qualcosa di importante abbandonandola. Non basta scovare il settore con maggiori possibilità di espansione, il tale settore deve interessare a fondo, altrimenti non si porterà niente di nuovo e gli affari naufragheranno.

=> Vai agli strumenti del business plan

In tutto questo anche pensare alle persone e alle risorse da coinvolgere diventa importante. Pensare a chi rivolgersi per avere un aiuto e a come scovare le giuste risorse sono passaggi importanti che presuppongono una vision più larga. Tutto ciò ha a che fare con la creatività personale, con la capacità del manager di immaginare scenari futuri e di coinvolgere le persone con cui lavora.

I Video di PMI

Video su Facebook: impariamo dai più bravi