Colloquio truffa

di Redazione PMI.it

scritto il

Colloquio truffa, come capirlo ed evitarlo

La ricerca del lavoro è sempre complessa, meglio allora non perdere tempo con i colloqui falsi.

Problemi di assenza

Non è facile ad oggi selezionare tutte le possibilità che ci capitano sotto mano, spesso dire di no significa rischiare di perdere un’occasione importante altre volte però significa salvarsi da truffe e pericoli. Ovviamente bisogna imparare a capire alcune determinate situazioni, sopratutto perché spesso chi truffa riesce a rendere tutto perfettamente normale e reale. La tecnica migliore sta però nel valutare dei dettagli e sopratutto pesare le parole dette, anche se spesso la prima regola è diffidare da guadagni facili e milionari. Dopo aver affrontato precedetemente gli annunci truffa ci troviamo a combattere con i colloqui, spesso conseguenza di annunci falsi creati alla perfezione o annunci veloci che organizzano colloqui quasi all’istante. I casi possono esseri moltissimi ed è facile trovarsi in situazioni similari, in primo luogo per il bisogno di trovare lavoro e in secondo perché si è sempre attirati dal tutto e subito. Nel caso in cui durante il colloquio si capisce la truffa è importante evitare di farlo notare ma comunicare soltanto al termine a chi di dovere il problema. Questo perché non si conosce l’intento di chi ci troviamo davanti e spesso ci si trova in luoghi chiusi ed anche isolati qundi è rischioso ed anche poco utili, le reazioni di chi si trova sul posto potrebbero non essere piacevoli. I colloqui truffa si creano per i più svariati motivi come assumere per non pagare, chiedere dei soldi durante il colloquio ed anche avvicinare ragazze o ragazzi per altri scopi.

Una truffa per annuncio

Il colloquio non deve ne essere di richiesta ad esempio “se vuoi essere assunto devi versare tot euro per pagare la formazione” le fomazioni sono quasi sempre pagate dall’azienda in altri casi vengono comunqe comunicate dopo l’assunzione, ne troppo evasivo uno stipendio non concordato, un contratto non esistente e mansioni poco chiare. Ovviamente in nessun modo il selezionatore può avere comportamenti poco adeguati o porre richieste non inerenti al lavoro, in questo caso è importanti riuscire a terminare il colloquio e lasciare all’istante “l’ufficio”. Ricordando di evitare da subito colloqui in ambienti privati e non inerenti alla mansione dell’annuncio, come ad esempio camere di hotel o case private. Infine bisogna ricordare che spesso già l’annuncio di lavoro può aiutare a capire la truffa, per questo è importante leggerlo attentamente e cercare tramite internet i contatti dell’azienda (spesso inesistenti) e i vari feedback di altri malcapitati.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari